Home Regione Pronti nuovi aiuti per le popolazioni del Saharawi

Pronti nuovi aiuti per le popolazioni del Saharawi

Un cargo carico di aiuti umanitari destinati alle popolazioni Saharawi partirà domenica 18 giugno alle 10 dall’aeroporto militare di Pisa.
Nella carlinga dell´aereo viaggeranno undici tonnellate di materiali raccolti dalla Protezione civile, le associazioni di volontariato e le Ong dell’Emilia-Romagna e della Toscana.

Medicinali e sussidi sanitari, viveri, coperte e vestiti, deflussori e mezzi per la disinfezione dei pozzi per un totale di oltre quattro tonnellate di materiali è quanto è stato raccolto e messo a disposizione dalla Protezione civile regionale da Enia di Reggio Emilia, dalle associazioni Help for Children di Parma, Jaima Saharawi di Reggio Emilia e dall´Ong Cisp Emilia-Romagna di Granarolo Emilia.

Le Regioni Emilia-Romagna e Toscana vengono così in soccorso alle popolazioni del Saharawi, i cui campi profughi situati nel Sahara occidentale, sono stati devastati a febbraio da una violenta alluvione che ha raso al suolo o danneggiato oltre la metà delle strutture esistenti. La macchina degli aiuti umanitari regionale si era attivata attraverso il coordinamento del Tavolo-Paese Saharawi dell’Emilia-Romagna già a fine febbraio con l’invio di farmaci per un valore di quasi seimila euro.
A causa dell’alluvione molte famiglie sono rimaste senza rifugio, mentre le comunità hanno perso alcuni degli edifici adibiti a scuola e a presidi sanitari del territorio.

Per questo la Regione Emilia-Romagna si è impegnata nella ricostruzione di nove scuole, nell’ambito di un progetto finanziato dall’Unione Europea, e nel ripristino della funzionalità di sei dispensari (ambulatori), per un investimento complessivo di 50mila euro. La Protezione civile regionale si sta inoltre occupando dell´acquisto di tende per i profughi.
La missione è stata possibile anche grazie al ponte aereo gratuito concesso dai Ministeri della difesa e degli esteri.