Home Attualita' Sassuolo: consegna Medaglia di Liberazione, una cerimonia toccata dai tragici fatti di...

Sassuolo: consegna Medaglia di Liberazione, una cerimonia toccata dai tragici fatti di Parigi

francSi è svolta questa mattina, presso la Sala G.P.Biasin di Sassuolo, la cerimonia di consegna della Medaglia di Liberazione, istituita dal Ministero della Difesa, con l’alto Patronato della Presidenza della Repubblica, e destinata ai partigiani, agli ex internati nei lager nazisti, ai combattenti inquadrati dei reparti regolari delle Forze Armate ancora in vita, finalizzata a ricordare l’impegno, spesso a rischio della propria vita, di uomini e donne, per affermare i principi di libertà ed indipendenza sui quali si fondano la Repubblica e la Costituzione.

Questi i sassolesi a cui è stata consegnata la medaglia: Bondioli Dante, Bonettini Carlo, Corti Dante, Costi   Florindo, Ferri Rino, Fontana Franco, Fontana Mario, Giglioli Vincenzo, Gollini Franco, Marchetti Pietro, Pelloni Nestore, Righetti Guido, Sghedoni Giovanni, Soragni Luigi.

Al termine della Cerimonia, il Sindaco di Sassuolo Claudio Pistoni ha ricordato i valori ed il coraggio che hanno portato alla Liberazione, valori messi in pericolo oggi da fatti criminali e terroristici come quelli avvenuti, la scorsa notte, a Parigi. Per questo motivo, la cerimonia è iniziata con un minuto di silenzio in ricordo delle vittime degli attentati di questa notte e come segno di solidarietà e vicinanza alla Francia, inoltre dopo l’inno di Mameli, in sala Biasin, è risuonata la Marsigliese per sottolineare ancora di più la vicinanza dell’Unione dei Comuni.

“Ciò che è avvenuto stanotte – ha affermato il Sindaco Claudio Pistoni – è di una gravità immensa proprio perchè mette in discussione ed in pericolo i valori e gli ideali di tutto l’occidente, faticosamente conquistati da chi, come voi, ha messo a rischio la propria vita per ottenerli. Ciò che è successo a Parigi non riguarda la sola Francia, ma l’Europa e l’occidente intero e deve trovare lo sdegno e la solidarietà di tutti noi”.

Contestualmente l’Assessore Gregorio Schenetti, con la fascia tricolore ed il Gonfalone della città, si è recato in rappresentanza del Comune e dell’Unione intera, al Sacrario dei Caduti in piazza Torre, sotto alla Ghirlandina per la manifestazione di solidarietà indetta dal Presidente della Provincia.