Home Modena In occasione della notte bianca di Modena, si comincia a respirare aria...

In occasione della notte bianca di Modena, si comincia a respirare aria di Moninga Open Air

A meno di un mese dal Moninga Open Air Festival, che si terrà il 15, 16 e 17 giugno a Formigine, nella cornice di Villa Benvenuti, l’associazione di volontariato Moninga porta un assaggio dell’atmosfera che si vivrà nella tre giorni di musica organizzata per finanziare la Fondazione Pediatrica di Kimbondo.

L’appuntamento sarà all’OM di Via Sant’Eufemia dalle 18 in poi, per festeggiare l’imminente arrivo del festival e svelare i nomi degli artisti che saliranno sul palco.

Durante la serata si alterneranno performance live a djset, tra cui quelli di LAIKA MVMNT ed Eleva Soundsystem, tra le realtà locali più attive in ambito di promozione musicale e culturale. Sempre per prepararsi al festival di giugno, sarà possibile acquistare le opere di livepainting che verranno realizzate durante la serata, per sostenere l’Ospedale pediatrico di Kimbondo.

Il Festival, che negli anni ha contato più di 10.000 presenze, è un concentrato di musica, con ospiti di rilievo internazionale, installazioni e street food tradizionale.

Moninga, associazione di volontariato nata nel Marzo 2015, si ispira a principi laici di civiltà e di educazione delle nuove generazione. Lo scopo delle attività di Moninga é la raccolta fondi per la Fondazione Pediatrica di Kimbondo, un ospedale pediatrico ed orfanotrofio situato nella periferia di Kinshasa, capitale della Repubblica Democratica del Congo. La Pediatria, costituita alla fine degli anni ’80 dalla dott.ssa Laura Perna come dispensario medico, ha accolto nel corso degli anni migliaia di bambini. Per i piccoli abbandonati, malati e con disabilità, la Pediatria costituisce tuttora une delle uniche opportunità di vita in un contesto di gravissima povertà come quello congolese. L’orfanotrofio accoglie attualmente circa 480 bambini e l’ospedale è l’unico gratuito nell’arco di centinaia di kilometri.