Home Appennino Reggiano In Croce Verde a Castelnovo Monti domenica si inaugura la nuova Auto...

In Croce Verde a Castelnovo Monti domenica si inaugura la nuova Auto infermieristica in memoria di Ivan Fioroni

Domenica 29 luglio la Croce Verde di Castelnovo Monti inaugurerà, nell’ambito di un momento organizzato insieme all’Amministrazione comunale, la nuova Auto Infermieristica. Un nuovo, importante servizio sanitario per le emergenze in Appennino. L’inaugurazione del mezzo, già operativo da alcuni mesi, era stata inizialmente fissata per lo scorso 3 giugno, ma era poi stata rinviata a causa della tragica scomparsa, a causa di un incidente stradale avvenuto la notte del 27 maggio, del giovane volontario della Pubblica Assistenza castelnovese Ivan Fioroni.

Ora la Croce Verde ha deciso di intitolare proprio a Ivan l’auto che sarà inaugurata il 29 luglio. Il programma prevede il ritrovo alle ore 17 in piazza della Resistenza a Felina, in occasione del Festival Cittaslow per la Biodioversità che si svolgerà nella frazione castelnovese dal 27 al 29 luglio. Alle 17.15 ci saranno gli interventi delle autorità e dei vertici di Croce Verde, poi alle 17.30 la benedizione e inaugurazione del mezzo. A seguire buffet per tutti i presenti.

Afferma il Presidente di Croce Verde Castelnovo Monti, Iacopo Fiorentini: “Intitolare questo nuovo, importante mezzo a Ivan ci è sembrato un bel modo di ricordarlo. La sua scomparsa è per tutti noi ancora un grandissimo dolore, a più di un mese da quel maledetto incidente. Sentiamo ogni giorno la sua mancanza dato che era davvero una colonna della nostra Associazione, sia in termini di servizi prestati che di capacità di fare gruppo e spingerci sempre a dare il meglio. L’intitolazione sarà un modo di sentirlo vicino a noi e farlo sentire possibilmente ancora presente anche alla sua famiglia: l’esempio che ci ha lasciato vive in questo nuovo mezzo, un’unità mobile aggiuntiva di soccorso che viene attivata dal 118 insieme all’ambulanza di base per i codici di emergenza di media gravità, oppure quando l’auto medica è già fuori per i codici rossi. Un servizio che ha innalzato ulteriormente il livello di sicurezza sul territorio di tutto l’Appennino”.