Home Bologna Falso promotore finanziario denunciato a Bologna

Falso promotore finanziario denunciato a Bologna

I finanzieri del Comando Provinciale di Bologna, al termine di un’indagine condotta sotto
la direzione della locale Procura della Repubblica, hanno denunciato per truffa ed
esercizio abusivo dell’attività finanziaria un trentenne di origini pugliesi residente in
Ozzano dell’Emilia, ritenuto responsabile di aver truffato diverse persone fingendosi
“promotore finanziario”, appropriandosi fraudolentemente dei loro risparmi.

Nel corso delle indagini, partite lo scorso anno a seguito della denuncia di una delle
vittime, e coordinate dal Pubblico Ministero Michela Guidi, è stato accertato come il finto
promotore, senza essere iscritto all’apposito albo ed approfittando del rapporto di fiducia
che col tempo era riuscito a instaurare con i propri “clienti”, avesse iniziato – a partire
dall’anno 2015 – a farsi affidare i loro risparmi (pari a oltre 400 mila euro) affinché ne
curasse la gestione finanziaria promettendo, in cambio, lauti guadagni.

Al fine di fornire rassicurazioni sulla la bontà dell’investimento effettuato, versava una
tantum piccole somme a titolo di anticipo sugli interessi prodotti, rappresentando agli
investitori come il grosso del credito maturato, invece, fosse stato veicolato in società di
diritto estero (la cui creazione era simulata attraverso documenti creati ad hoc) grazie alle
quali sarebbe stato possibile incrementare ulteriormente i guadagni promessi.

L’ingegnoso meccanismo è “saltato” allorquando una delle vittime della truffa, residente
in Bologna, avendo la necessità di tornare in possesso delle somme affidate e stanco di
ottenere rinvii come risposte alle sue richieste, ha deciso nei mesi scorsi di denunciare il
tutto alla Guardia di Finanza, dando così l’avvio alle investigazioni da parte del Nucleo di
Polizia Economico Finanziaria.

L’attività investigativa, portata avanti attraverso l’esecuzione di mirate perquisizioni ed
accertamenti di natura finanziaria, si è conclusa nei giorni scorsi con il deferimento
all’Autorità Giudiziaria del responsabile per i reati di truffa ed esercizio abusivo dell’attività
finanziaria e con l’esecuzione di un provvedimento di sequestro di tutti i conti correnti
nella disponibilità dell’indagato.

L’operazione di servizio odierna evidenzia, ancora una volta la necessità di porre la
massima attenzione nella scelta dei professionisti ai quali affidare la gestione dei propri
risparmi, assicurandosi sempre che siano iscritti all’Albo Unico dei Consulenti
finanziari verificabile sul sito internet dell’O.C.F. (“Organismo di vigilanza e tenuta
dell’albo unico dei consulenti finanziari”).

La presente operazione si inquadra nell’ambito delle attività investigative poste in essere
dalla Guardia di Finanza di Bologna volte a contrastare tutte quelle forme di illegalità che
ledono l’affidamento che i cittadini pongono nel corretto funzionamento dei mercati
finanziari.