Home Appennino Bolognese Un terzetto italo-tedesco in concerto a Monzuno per il festival “Musica in...

Un terzetto italo-tedesco in concerto a Monzuno per il festival “Musica in bianco e nero”








Domenica 14 aprile alle 17 nella sala della biblioteca comunale M. Marri in Via Casaglia 1 a  Monzuno (Bologna) si terrà il concerto “Hauskonzert”, due pianoforti e un violoncello. Si esibiranno Hermann Schwark e Francesca Rambaldi al pianoforte con Felix Thiemann al violoncello. L’ingresso è libero. Il programma prevede “Sechs Klavierstücke Op. 118” di Johannes Brahms, “Sonate für Violoncello und Klavier Op. 11” di Sergej Prokofjew e “Petite Suite (pour piano à quatre mains)” di Claude Debussy.

Il concerto rientra nel programma del festival “Musica in bianco e Nero”, sostenuto dal Comune e dalla Proloco di Monzuno, giunto ormai alla nona edizione, per la quale è stata annunciata la partnership con “Torri dell’acqua” di Budrio, una realtà che da anni porta nella provincia bolognese concerti di altissimo livello.

«Monzuno e Budrio insieme ad altre realtà del territorio si uniscono in amicizia per sostenersi a vicenda e fare rete, nella convinzione che divulgare musica e cultura nel territorio sia una missione comune» commenta la direttrice artistica della rassegna Francesca Rambaldi, che dopo un passato a Lipsia da alcuni anni insegna e suona a Berlino «perché chi sa ascoltare e apprezzare ogni forma d’arte e creatività possiede strumenti preziosi per poter agire nel mondo con mente aperta ed empatia».

Tutti i concerti di musica in bianco e nero sono a ingresso libero e sono introdotti e raccontati dai musicisti stessi, per coinvolgere interattivamente il pubblico, con l’obiettivo di divulgare la musica e la cultura privilegiando giovani artisti accanto ad affermati professionisti. Protagonista dei concerti è uno straordinario pianoforte Blüthner costruito a Lipsia nel 1911: il prezioso strumento dal 2011 è stato suonato da artisti del calibro di Ramin Bahrami, Maria Perrotta e Giuseppe Fausto Modugno.

Grande attesa poi per il concerto di domenica 28 aprile alle 17, con la straordinaria Sofya Gulyak, star internazionale del pianoforte, in collaborazione con Associazione Alessio.