Home Ambiente Firmato a Formigine il “Patto dei sindaci per il clima e l’energia”

Firmato a Formigine il “Patto dei sindaci per il clima e l’energia”

Dopo il voto del Consiglio Comunale del 10 aprile, il sindaco Maria Costi  ha firmato oggi il Patto dei sindaci per il clima e l’energia, che impegna la città di Formigine a: ridurre le emissioni di CO2 (e possibilmente di altri gas serra) sul proprio territorio di almeno il 40% entro il 2030, in particolare mediante una migliore efficienza energetica e un maggiore impiego di fonti di energia rinnovabili; accrescere la resilienza del territorio, adattandosi agli effetti del cambiamento climatico e incrementare gli sforzi per garantire a tutti l’accesso a fonti di energia sicure, sostenibili ed economicamente accessibili. Al fine di tradurre tali impegni in azioni concrete, il Comune di Formigine si impegna a seguire tutte le tappe di una tabella di marcia che prevede la realizzazione di una valutazione dei rischi e delle vulnerabilità indotti dal cambiamento climatico; la presentazione di un Piano d’azione per l’energia sostenibile e il clima (PAESC) entro due anni, comprensivo sia della mitigazione (azioni del PAES) sia dell’adattamento (azioni conseguenti alla valutazione rischi e vulnerabilità del territorio); la presentazione di una relazione di avanzamento almeno ogni due anni per fini di valutazione, monitoraggio e verifica. Nella redazione del PAESC il primo passo sarà dunque un’analisi che determina la natura e la portata del rischio, analizzando quelli potenziali e valutando la vulnerabilità che potrebbero rappresentare un danno o una minaccia potenziali per persone, beni, mezzi di sostentamento e ambiente dai quali dipendono, individuando allo stesso tempo le aree potenzialmente interessate da fenomeni di importanza critica come alluvioni, temperature estreme e ondate di calore, siccità e scarsità d’acqua, tempeste e altri eventi estremi. Si passerà poi a un’identificazione dei settori d’intervento (azioni) per aumentare la capacità di resilienza delle città. Una strategia di adattamento al clima basata su una valutazione a livello comunale di tutti i settori impattati dai cambiamenti climatici e sull’elaborazione di azioni che possono aumentare la resistenza delle città.