Home Bologna Diritto alla mobilità: una banca dati regionale per semplificare la vita a...

Diritto alla mobilità: una banca dati regionale per semplificare la vita a chi possiede il contrassegno disabili

La Giunta del Sindaco Virginio Merola ha approvato, nell’ultima seduta, una delibera che propone al Consiglio comunale la firma di un accordo sperimentale con la Regione Emilia-Romagna e i comuni della regione con più di 50 mila abitanti per la creazione di una banca dati dei contrassegni H. La banca dati rispetterà la normativa in materia di protezione dei dati personali e trattamento di dati sensibili.

Grazie a questa banca dati, che favorirà la mobilità dei disabili nelle Zone a Traffico Limitato della regione, non sarà più necessario comunicare ai singoli comuni le targhe dei veicoli a servizio delle persone disabili con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta. Le informazioni saranno immediatamente disponibili per tutti i comuni che potranno conoscere, in tempo reale, la validità dei contrassegni in circolazione inserendoli direttamente dentro i sistemi di controllo telematico degli accessi. La banca dati sarà operativa non appena un numero significativo di amministrazioni avrà sottoscritto l’accordo.

“È stato un lavoro lungo ma siamo convinti che il risultato migliorerà la vita di tante persone disabili e delle loro famiglie – spiega l’assessore alle Politiche per la Mobilità Irene Priolo – eliminando burocrazia e adempimenti che alle volte, pure nella loro legittimità, aggravano le fatiche già numerose. Utile in tal senso il confronto con la Consulta comunale per il superamento dell’handicap e con il disability manager Egidio Sosio che mi avevano sollecitato una soluzione a questo problema”.