Home Bologna Chiusura Hub di via Mattei, le iniziative del Comune di Bologna

Chiusura Hub di via Mattei, le iniziative del Comune di Bologna

Per affrontare la situazione che si sta determinando a causa della decisione del Ministero dell’Interno di chiudere l’Hub di via Mattei per interventi di manutenzione, il Comune di Bologna ha assunto queste iniziative:
  • giovedì 13 giugno alle 11 è convocato, in Città Metropolitana alla presenza degli assessori Giuliano Barigazzi e Marco Lombardo e delle organizzazioni sindacali, il tavolo di salvaguardia per i lavoratori del Consorzio l’Arcolaio con l’obiettivo di garantire la stabilità occupazionale conformemente con quanto previsto nella clausola sociale del bando di gara;
  • la richiesta di un incontro immediato, entro oggi, con Regione Emilia – Romagna e Città Metropolitana in Prefettura per affrontare la questione dei migranti che, non accettando il trasferimento in Sicilia, non hanno un luogo dove andare: occorre infatti valutare subito le eventuali disponibilità  di posti in accoglienza CAS nella nostra Regione per non lasciare queste persone in strada senza riferimenti;
  • inoltre gli assessori Marco Lombardo e Matteo Lepore incontreranno oggi pomeriggio la rete delle famiglie accoglienti per discutere con loro della disponibilità a garantire un’accoglienza temporanea per le persone rimaste nel territorio anche al fine di garantire l’esercizio effettivo del diritto di difesa da parte dei richiedenti asilo.

***

“Apprendere dai giornali che l’Hub di via Mattei sarà chiuso per una presunta ristrutturazione e che le persone accolte saranno trasferite, da un giorno all’altro, lontano dalla regione, è grave. Non solo non c’è stato il necessario confronto con le istituzioni, in primis con Comune di Bologna e Regione, ma non sono stati nemmeno informati e coinvolti i lavoratori e i gestori della struttura. Come sempre stiamo parlando di persone: i migranti accolti che vengono spostati come pacchi a discapito di un percorso di accoglienza dignitosa e i lavoratori che si ritrovano senza occupazione. Tutto questo è inaccettabile e non degno di un Paese democratico che affronta le questioni in modo concertativo, rispettando i diritti delle persone e dei lavoratori. Si sospenda la decisione e si apra subito un confronto”. Così la Cisl Emilia Romagna sulla chiusura dell'Hub via Mattei.