Home Appennino Modenese Confcommercio Serramazzoni: no ad aumenti di tasse e subito tavolo di confronto...

Confcommercio Serramazzoni: no ad aumenti di tasse e subito tavolo di confronto sul trasferimento delle scuole

«Siamo perplessi sulla scelta, messa nero su bianco dall’Amministrazione Comunale, di incrementare una serie di imposte perché, vista la congiuntura non certo favorevole, il rischio concreto è quello di deprimere ancora di più la vocazione imprenditoriale del territorio penalizzando le aziende in attività e disincentivando l’avvio di altre».

Così Confcommercio di Serramazzoni a commento del dibattito in Consiglio Comunale sul DUP, che contiene anche aumenti sulla tassa di occupazione di suolo pubblico, su quella sulle affissioni oltre che su Imu e Tasi.

«Non mettiamo in discussione la volontà di potenziare gli investimenti visto che ci auguriamo potranno essere un volano per l’economia locale, ma – puntualizza l’Associazione – siamo insoddisfatti per le modalità, attraverso il ricorso alla leva fiscale, con cui parte di essi verranno finanziati: ci saremmo attesi una mossa più coraggiosa nell’ottica di razionalizzare la spesa invece che una batosta sul mondo delle imprese».

«Ed a proposito di investimenti, – prosegue la nota di Ascom – facciamo nostra la preoccupazione che serpeggia da tempo tra gli esercizi commerciali di Serramazzoni per le conseguenze che potrà produrre, in termini di minori incassi generati da bambini e famiglie, lo spostamento delle scuole elementari nel nuovo polo scolastico a Riccò».

«Chiediamo alla Amministrazione Comunale – conclude l’Associazione – di istituire al più presto l’istituzione di un tavolo di confronto, con la presenza delle Associazioni di catogoria, dei vertici della scuola e dei rappresentanti delle famiglie coinvolte, per entrare nel merito del trasferimento e valutare quali azioni e misure mettere in campo per attenuare le assai probabili ripercussioni negative sui bilanci, già non brillanti, delle attività commerciali coinvolte».