Home Viabilità Targhe alterne: a Modena si replica

Targhe alterne: a Modena si replica

Assieme a tutti gli altri comuni capoluogo ed alle province, anche il Comune di Modena ha aderito all’accordo di programma, siglato con la Regione Emilia Romagna sul tema della qualità dell’aria.

Per quanto riguarda il Comune di Modena l’adesione all’intesa è piena, nel senso che ciò comporterà che dal 3 ottobre al 7 dicembre e dal 7 gennaio 2003 al 31 marzo 2003, il giovedì e la domenica sarà in vigore il provvedimento delle targhe alterne. Nei giorni pari potranno circolare i veicoli pari, in quelli dispari quelli a targa dispari.
L’orario sarà dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19.30 Il giovedì a Modena, tale provvedimento riguarderà la stessa area usata negli ultimi due anni per i giovedì ecologici (l’area è compresa tra le seguenti vie: tra tangenziale Neruda, via Giardini, via Panni, via Salvo d’Acquisto, via Pallanza, via Pavia, via Vaciglio, via Montanari, via Campi, via Emilia est, via Saliceto Panaro, via Minutara, via Divisione Acqui, viale dello Sport,, tangenziale Pasternak, via S. Caterina, via Malavolti, via Mar Adriatico, via Nonantolana, via Fanti, via Pico della Mirandola, via Razzaboni, via padrea Candido, via IV Novembre, viale Cialdini, via Zucchi e viale Italia). La domenica invece il provvedimento delle targhe alterne riguarderà l’intero territorio comunale (frazioni comprese), in sintonia con quanto avverrà in numerosi comuni del territorio provinciale. E’ da sottolineare che il Comune di Modena ha deciso che nei giorni di targhe alterne, i mezzi non catalizzati non potranno comunque circolare (nelle aree coinvolte dal provvedimento) a prescindere dal numero di targa. Questa misura va nella direzione di quanto previsto dall’accordo di programma regionale, nel quale si indica, per la data del 1 gennaio 2005, l’attuazione dell’obiettivo di vietare definitivamente la circolazione ai mezzi più inquinanti su tutto il territorio. L’altro provvedimento (in vigore per tutto il periodo dal 3 ottobre al 31 marzo 2003 senza sospensioni) riguarda la limitazione della circolazione dei veicoli diesel non catalizzati (quindi esclusi gli eco diesel, cioè iniezione diretta e common rail). Tale blocco, che a Modena avverrà sempre sull’area vasta utilizzata gli scorsi anni per la manovra del giovedì, è in vigore dal lunedì al sabato dalle 7.30 alle 9.30 e dalle 17.30 alle 19.30 (nella giornata di giovedì e domenica gli orari di divieto coincidono con quelli delle targhe alterne). I provvedimenti in questione non si applicano alle auto elettriche, a quelle Gpl, metano ed alle auto con almeno tre persone a bordo (car pooling) ed alle vetture gestite con sistema condiviso (car sharing). Nei prossimi giorni, una volta perfezionata l’ordinanza, sarà diffuso il testo integrale con l’indicazione delle diverse deroghe previste.