Home Regione Definito programma regionale cure odontoiatriche

Definito programma regionale cure odontoiatriche

Il programma regionale di cure odontoiatrie, protesiche e ortesiche garantite dal Servizio sanitario regionale a persone con patologie che provocano problemi di natura odontoiatrica o in condizioni economiche svantaggiate è stato definito con la delibera della Giunta regionale n. 2678 del dicembre 2004. Così come previsto dalla delibera, tutte le Aziende sanitarie dell’Emilia-Romagna hanno in questi mesi definito i piani attuativi locali con le relative modalità di prenotazione di visite e trattamenti.

Entro il 15 giugno saranno le singole Aziende sanitarie ad informare direttamente i cittadini sui piani attuativi, sui destinatari del programma, sulle modalità di prenotazione e di accesso, sui tempi di attesa. La stessa programmazione regionale prevedeva infatti l’attuazione graduale del programma per consentire alle Aziende sanitarie di riorganizzare e potenziare strutture, professionisti, apparati tecnologici, in modo da poter rispondere in modo tempestivo ed appropriato alle richieste relative ai nuovi servizi garantiti.


Il programma prevede:

1) cure odontoiatriche garantite gratuitamente ad adulti e bambini con patologie che provocano problemi di natura odontoiatrica o che hanno un reddito ISEE (indicatore che misura il reddito e la “ricchezza” della famiglia e non del singolo) fino a 7.500 euro/anno, e con un ticket fino a 40 euro o a 80 euro a prestazione per chi ha redditi ISEE rispettivamente da 7.500 a 12.500 euro e da 12.500 a 15.000.

2) cure protesiche (protesi fisse e mobili) garantite gratuitamente ad adulti e anziani con reddito ISEE fino a 7.500 euro; per adulti e anziani con redditi ISEE fino a 15.000 euro le protesi fisse sono fornite dalle Aziende sanitarie a prezzi calmierati, mentre per le protesi mobili è previsto un contributo degli assistiti fino a 300 euro ad arcata.

3) apparecchi ortodontici (per i minori di 14 anni) garantiti sulla base di criteri clinici di necessità rispetto alla gravità della patologia: gli apparecchi sono acquistati dalle Aziende sanitarie e le famiglie pagano rate fino a 48 euro al mese.


Le persone interessate dal programma – secondo le specifiche indicazioni che saranno fornite dalle singole Aziende sanitarie – possono prenotare le visite odontoiatriche portando con sé la documentazione relativa alle patologie che danno diritto alla gratuità o la certificazione del reddito ISEE.


Per coloro che hanno prenotato visite odontoiatriche prima del 1° giugno saranno applicate le “vecchie” regole vigenti per tutta la specialistica ambulatoriale, fatto salvo, per la eventuale compartecipazione alla spesa, il principio “del maggior vantaggio per il cittadino”.

I tempi di attesa, da garantire quando l’intero programma sarà a regime, sono stabiliti in 30 giorni per le visite, 60 giorni per le cure odontoiatriche, 150 giorni per le cure protesiche.
Per i minori, oltre alle cure, sono previsti interventi di prevenzione gratuita, guidata dal pediatra, anche attraverso attività di screening e programmi di somministrazione di fluoro.

Il programma ribadisce poi che le cure odontoiatriche urgenti (per dolore o per ascesso dentario) sono garantite a tutti, senza necessità di alcuna documentazione.


La fase transitoria di applicazione terminerà alla fine del 2005 e il programma sarà a regime in tutte le Aziende sanitarie dal 1° gennaio 2006.
Attualmente, sono circa 150.000 ogni anno le persone assistite negli ambulatori odontoiatrici del Servizio sanitario regionale. Con il programma regionale a regime, si stima un incremento di oltre il 50% con circa 325.000 assistiti ogni anno.
La previsione di spesa per il biennio 2005-2006 è complessivamente di 20 milioni di euro: 10 milioni destinati al potenziamento dell’attività di cura e alla formazione; 5 milioni per il rinnovo delle attrezzature, 5 milioni per la fornitura di protesi a circa 25.000 persone (soprattutto anziani).



Per informazioni relative al programma, alle patologie, alle certificazioni di reddito ISEE è possibile telefonare al numero verde del Servizio sanitario regionale 800 033 033 tutti i giorni feriali dalle ore 8,30 alle ore 17,30 e il sabato dalle ore 8,30 alle ore 13,30.