Home Economia Gruppo Marazzi: Assemblea Azionisti approva bilancio 2004

Gruppo Marazzi: Assemblea Azionisti approva bilancio 2004

I soci di Marazzi Gruppo Ceramiche S.p.A. – leader mondiale nella progettazione, produzione e commercializzazione di piastrelle ceramiche, materiali per pavimentazioni, articoli sanitari e per il complemento d’arredo, presente in 130 Paesi con 5.500 dipendenti e 18 stabilimenti – hanno approvato il Bilancio Consolidato 2004 e i risultati relativi al primo trimestre 2005.

Il fatturato consolidato ha raggiunto nel 2004 i 777 milioni di euro, in crescita del 4% rispetto all’esercizio precedente. Complessivamente sono stati commercializzati nel mondo 89,1 milioni di metri quadrati di prodotti Marazzi (+3%).
Accelera sensibilmente la redditività, con un Margine Operativo Lordo (Ebitda) in crescita del 9,1% a 102,8 milioni di euro, un reddito operativo (Ebit) a 56 milioni di euro (+14,8% rispetto al 2003) e un utile ante imposte a 30,8 milioni di euro, (+30,5% rispetto ai 23,6 milioni del precedente esercizio).
Le vendite, cresciute sui principali mercati europei del 2%, hanno visto nello scorso esercizio un forte sviluppo in Russia (+23% a 10,5 milioni di euro) e negli Stati Uniti, dove i ricavi hanno raggiunto i 135,5 milioni di euro (+15% rispetto al 2004).
La produzione totale del Gruppo Marazzi nel 2004 si è attestata a circa 83,2 milioni di mq., stabile in Italia e nel resto d’Europa (28% del totale tra Spagna e Francia) e in sensibile crescita negli Stati Uniti (+15% a 13,4 milioni di mq.) dove Marazzi con il 6% di quota di mercato è oggi il secondo operatore.

Tra gli investimenti in capacità produttiva più rilevanti si segnalano i 23,5 milioni di euro destinati al nuovo stabilimento russo di Malino (Mosca), la cui inaugurazione è prevista nella seconda metà del 2005, e i 22,5 milioni di euro per i nuovi impianti di grès porcellanato di Florence (Alabama) che portano la capacità produttiva globale negli USA a 18 milioni di mq.. Al termine dello scorso anno sul mercato russo è stata perfezionata, a fronte di un corrispettivo di oltre 100 milioni di dollari, l’acquisizione dell’intero capitale di Gruppo Welor Kerama, primo operatore locale nella produzione e commercializzazione di piastrelle ceramiche.