Home Appennino Modenese Pavullo: ‘Nati per leggere’, ore di lettura ai bambini

Pavullo: ‘Nati per leggere’, ore di lettura ai bambini

Sono 15 le persone che a Pavullo hanno frequentato nelle scorse settimane un corso per imparare a leggere i libri ai bambini e ora sono pronte a pagare… in natura: leggendo gratuitamente storie ai bambini nelle biblioteche e negli ambulatori pediatrici. Non solo a Pavullo, ma anche a Lama Mocogno e a Serramazzoni.

L’iniziativa è promossa dal Cedoc, il Centro di documentazione della Provincia di Modena, e dalle Biblioteche comunali in collaborazione con l’associazione pediatri del Frignano (Pediatria di gruppo “C’era una volta…”) e il distretto di Pavullo dell’Azienda Usl nell’ambito del progetto ‘Nati per leggere‘.

Il primo appuntamento è questo pomeriggio, alle 17, alla Biblioteca comunale di Pavullo (per prenotare: tel. 0536 21213 o e-mail) è in programma c’è “Tommaso e i cento lupi cattivi” di Valeri Gorbachev, una storia sulla paura di andare a letto, ma anche “L’uovo” di Heine Helme, che racconta ala vita in un pollaio.

“Chi ha frequentato il corso – spiega Elisabetta Bovero, responsabile del Sistema bibliotecario del Frignano – ha acquisto gli elementi di base delle tecniche di recitazione, gestione del pubblico e dello spazio scenico in un percorso che è stato anche emotivo, non solo letterario”. Per leggere bene le storie ai bambini, insomma, le storie bisogna sentirle, non basta recitarle.

I 15 volontari lettori, tra i quali solo un uomo, sono giovani insegnanti di scuola materna, maestri elementari, bibliotecarie e genitori. Ognuno di loro si è impegnato a “restituire” le 12 ore di corso con altrettante ore di lettura: 180 in tutto, quindi, per un calendario che prosegue tutta l’estate. I prossimi appuntamenti sono martedì 12 luglio, alle 16, all’ambulatorio pediatrico di Pavullo, giovedì 28 luglio, alle 16, alla Biblioteca di Lama.

Il corso per lettori nell’ambito del progetto “Nati per leggere” sarà proposto dal Cedoc in autunno anche a Modena, alla Biblioteca Crocetta. A Pavullo l’iniziativa è incominciata oltre un anno fa e prevede anche punti prestiti delle Biblioteche comunali negli ambulatori pediatrici, libri in omaggio ai bambini e distribuzione di bibliografie per i genitori.