Home Appennino Modenese ‘Festival arte a sei corde’, la chitarra protagonista

‘Festival arte a sei corde’, la chitarra protagonista

Il mondo della chitarra riunisce intorno a un unico strumento una straordinaria varietà di stili, linguaggi, culture musicali. È proprio dall’intento di unire queste diverse realtà che nasce l’idea del ‘Festival arte a sei corde‘, che dal 17 luglio al 10 agosto propone iniziative in diversi Comuni dell’Appennino.

Organizzato dall’associazione ‘Nuova Sestola Ok’ con la partecipazione di Laboratorio Musicale e MusicaComune, il Festival ha il sostegno della Provincia di Modena e dei Comuni di Sestola, Pavullo, Riolunato, Montecreto e Fanano, con il patrocinio della Regione e la direzione artistica di Andrea Candeli.

L’evento centrale del Festival – il 22 luglio al Teatro Mazzieri di Pavullo – riassume la filosofia alla base dell’iniziativa, cioè il collegamento fra la chitarra classica, jazz, rock. Protagonisti saranno Maurizio Colonna, uno tra i più significativi innovatori del chitarrismo classico contemporaneo e Frank Gambale, chitarrista di riferimento dei nuovi linguaggi jazz-rock.

“Proprio la commistione di stili è l’elemento di forza di un’iniziativa in grado di intercettare fasce diverse di pubblico – commenta l’assessore provinciale alla Cultura Beniamino Grandi – facendo dell’Appennino un centro di innovazione musicale, con un occhio di riguardo ai giovani”.

Il 17 luglio a Fanano apertura con Ten Strings Duo, che unisce le sonorità rarefatte di violoncello e chitarra. Il 19 luglio a Sestola si esibirà il vincitore del Concorso ‘Festival Paganini’ di Parma, il 20 luglio l’appuntamento sarà sul repertorio chitarristico del Novecento, con una conferenza-concerto di Vincenzo Saldarelli. La sera successiva il concerto del Bandini Quartet (chitarra, fisarmonica, clarinetto, contrabbasso) offrirà un percorso attraverso diverse culture musicali. Domenica 24 luglio a Sestola sarà la volta delle inedite e accattivanti sonorità della Lybra Guitar Orchestra, una originale formazione composta da 27 giovani chitarristi. Il 29 luglio l’atteso concerto di Ricky Portera a Riolunato, di nuovo classica il 2 agosto col Duo Chitarristico Mozzani che eseguirà musiche del primo Novecento. Infine due appuntamenti ispirati alla musica iberica, il 5 agosto con la performance del gruppo Mediterranea, che proporrà un percorso fra musica colta spagnola e flamenco, e il 10 agosto con le musiche gitane del duo Tarass Bulba. Completano il ricco programma la mostra di liuteria e la master class tenuta da Alberto Ponce. Inoltre, uno spazio particolare sarà dedicato ai giovani chitarristi, col campus di studio stage di perfezionamento e relativi concerti degli allievi, i concorsi di chitarra classica ed elettrica.