Home Cronaca Modena: attenzione a falsi operatori del CUP

Modena: attenzione a falsi operatori del CUP

Gli operatori dell’Azienda USL non si recano a domicilio degli assistiti per effettuare verifiche, né tantomeno per incassare denaro per le prestazioni ricevute. E’ bene precisarlo ancora una volta, come già fatto in passato in analoghe occasioni, dopo un recente episodio verificatosi a Marano sul Panaro.


Ieri è stata segnalata al Distretto Sanitario di Vignola una truffa perpetrata nei confronti di un’anziana da parte di una donna che si è qualificata come “operatrice del CUP di Vignola”.
La truffatrice si è presentata presso l’abitazione di una signora di 89 anni e ha chiesto di verificare la data di scadenza della tessera sanitaria in possesso dell’assistita. Approfittando di un momento di distrazione dell’anziana, la donna si è impossessata di 1.900 euro ed è quindi fuggita.

Per evitare il ripetersi di simili episodi, l’Azienda USL invita, quindi, i cittadini a diffidare di persone che si presentano a domicilio, qualificandosi come operatori di uffici amministrativi dell’Azienda stessa.