Home Modena Chitarristico “Arte a 6 corde”, uno spazio riservato ai giovani musicisti

Chitarristico “Arte a 6 corde”, uno spazio riservato ai giovani musicisti

MusicaScoprire nuovi talenti e aiutarli a entrare nel mondo della musica come professionisti. È questo il proposito del Concorso Internazionale di chitarra “Arte a 6 corde” che, domenica 28 giugno a Modena, presso il Centro Culturale Alberione di Via 3 febbraio 1831, darà l’opportunità ai chitarristi più bravi di diventare protagonisti della scena del prossimo anno. Il Festival “Arte a 6 corde” porta alla V edizione il Concorso chitarristico omonimo, anche quest’anno aperto a esecutori d’ambo i sessi e di tutte le nazionalità. Le categorie contemplate sono quattro: solisti fino a 16 anni, solisti fino ai 21, solisti dai 22 anni in poi, senza limiti di età, e formazioni cameristiche dal duo in poi. Durante le audizioni i concorrenti suoneranno per 10 minuti brani scelti liberamente, di fronte a una commissione giudicatrice composta da maestri delle 6 corde. Ai primi classificati di ogni categoria verranno assegnati targa e diploma, ai quali si aggiungeranno ulteriori premi e riconoscimenti. Ai vincitori della seconda categoria verrà offerta la possibilità di partecipare a un Seminario o un Master Class a scelta tra quelli organizzati dal Festival il prossimo anno; ai primi della terza categoria, oltre al Master Class, verrà data anche la possibilità di tenere un concerto nella stagione 2010 e una borsa di studio, come anche ai vincitori della categoria dedicata alle formazioni cameristiche.

A partire dalle ore 21, verranno poi premiati i vincitori del concorso, che suoneranno di fronte al pubblico, in un’esibizione musicale a cui parteciperanno anche tutti coloro che sono stati premiati con menzioni speciali della commissione.

Arte a 6 corde”, Festival Chitarristico Internazionale diretto dal maestro Andrea Candeli, giunge quest’anno alla sesta edizione. Con il consenso di critica e pubblico, confermato dalle numerose presenze (oltre 6000 nella passata edizione), il Festival ha saputo interessare e coinvolgere sia chitarristi che semplici appassionati, attraverso una nuova chiave di lettura del mondo delle sei corde, che intende collegare vari generi e stili attorno a un solo strumento. Proponendo ancora una volta un cartellone ricco di appuntamenti di chitarra classica, jazz ed elettrica, continuerà a essere dedicata particolare attenzione ai giovani chitarristi, attraverso stage di perfezionamento e, soprattutto, offrendo loro la possibilità di esibirsi in concerto. Sarà ancora una volta la splendida cornice dell’Appennino Modenese il contesto privilegiato per questa iniziativa, rinnovando la volontà di valorizzare una terra da sempre ospitale, ricca di storia e di cultura, in cui musica e arte si incontrano naturalmente.