Home Attualita' Piccole imprese, il premio Ok italia UniCredit tocca l’Emilia e la Romagna

Piccole imprese, il premio Ok italia UniCredit tocca l’Emilia e la Romagna

GALVANICA_RETTIFICAPiccole fuori, grandi dentro. Per passione, strategia e risultati. Sono le piccole imprese italiane. Innovazione, formazione e ricerca costante della qualità sono i tratti distintivi delle aziende che vincono la sfida di un mercato competitivo nel complesso momento congiunturale che stiamo attraversando.

Questo è uno dei dati salienti emersi nel corso della sesta edizione del premio Ok Italia, istituito da UniCredit per riconoscere ed evidenziare il valore delle piccole imprese, motore trainante dell’economia italiana.

 

Diciannove le aziende selezionate. Tra queste la Galvanica Nobili S.r.l. di Marano sul Panaro (Modena), premiata per i risultati conseguiti nella categoria “Qualità e formazione”, e la UMPI GROUP Srl di Cattolica (Rimini), nella categoria “Internazionalizzazione ed eccellenza del territorio”.

La prima azienda, specializzata in cromatura dura a spessore, rettifica e lucidatura su acciai, rame e bronzo ha ottenuto il riconoscimento perché ha fatto della sostenibilità il proprio cavallo di battaglia, preoccupandosi di evitare il verificarsi di effetti negativi per l’ambiente sia durante i processi di produzione, sia in fase di utilizzo dei prodotti. Ha così dimostrato come la responsabilità sociale non sia un peso aggiuntivo bensì una carta vincente da giocare anche per uscire dalla crisi. Grande punto di attenzione, da parte dell’azienda – presieduta da Moreno Ghiaroni – in azienda da oltre vent’anni, socio paritario con Secondo Tacconi e Laura Nobili, figlia del fondatore Antonio – alla formazione e all’aggiornamento professionale dei propri dipendenti.

La seconda impresa, specializzata in telegestione di impianti d’illuminazione esterna e controllo a distanza di edifici ha ottenuto il riconoscimento perché offre soluzioni finalizzate al risparmio energetico ed economico, alla tutela ambientale e alla qualità dell’illuminazione, con la massima varietà di applicazioni e personalizzando le proposte. Nata nel 1982 a Cattolica, fondata e presieduta da Piero Cecchini, l’azienda ha inventato un sistema per gestire a distanza gli impianti luce esterni, dalla regolazione dell’intensità all’individuazione di guasti, come la classica lampadina bruciata. Oggi opera in 13 Paesi, fra i quali l’Arabia Saudita, dove tele-gestisce l’illuminazione pubblica della Mecca e di Medina.

La cerimonia di premiazione si è svolta oggi a Torino, presso la Fondazione Piazza dei Mestieri. Dopo i saluti introduttivi di Aristide Canosani, Presidente di UniCredit Banca, e di Dario Odifreddi, Presidente della Fondazione Piazza dei Mestieri, Enrico Mentana ha moderato la tavola rotonda che ha visto partecipare l’Onorevole Stefano Saglia, Sottosegretario al Ministero per lo Sviluppo Economico; l’Onorevole Raffaello Vignali, Vice Presidente della X Commissione Attività Produttive, Commercio e Turismo della Camera dei Deputati; Alessandro Profumo, CEO UniCredit Group; Giovanni Ferrero, Vice Presidente Fondazione Crt; Francesco Profumo, Magnifico Rettore del Politecnico di Torino; Roberto Nicastro, Deputy CEO UniCredit Group; Oscar Farinetti, Presidente Eataly e Giovanni Marseguerra, Professore di Economia Politica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.