Home Attualita' Sistema integrato per il controllo del territorio

Sistema integrato per il controllo del territorio

volontariProsegue l’attività di controllo del territorio comunale di Formigine da parte delle pattuglie integrate composte da operatori della Polizia Municipale e da volontari, con particolare riguardo alle fasce orarie notturne.

Il progetto ormai in funzione da anni, è denominato “Sistema Integrato di Tutela Volontaria del territorio” e nell’ottica della cosiddetta sicurezza locale partecipata che prevede l’attivazione democratica di tutte le risorse disponibili, ha già dimostrato in molte occasioni l’alta valenza del volontariato-partner. In particolare, sono diventate pienamente operative le pattuglie miste, costituite da un ufficiale di Polizia Municipale e da un numero di volontari (da 5 a 10 unità), appartenenti alle organizzazioni che concorrono al Sistema Integrato (Volontari della Sicurezza, Guardie Ecologiche provinciali e Gruppo comunale di Protezione Civile).

Negli ultimi tempi, la “pattuglia integrata” ha operato con successo in diversi ambiti: dal controllo delle oasi naturalistiche ai parchi cittadini, dal controllo dei casolari abbandonati ai quartieri con problematiche particolari.

I risultati sono tangibili anche in termini di accertamenti positivi di situazioni illegali. Di rilievo anche l’attività di monitoraggio e prevenzione rivolta a gruppi di giovani che frequentano le aree verdi del territorio, fino a notte fonda.

“Queste nostre pattuglie integrate stanno riscuotendo l’apprezzamento di numerosi formiginesi – spiegano il Sindaco Franco Richeldi e il Comandante del Presidio di Formigine della Polizia Municipale Mario Rossi, che ha preso parte attiva ai servizi – la gente ha colto il senso di tranquillità che deriva dalla presenza simultanea del personale di Polizia Municipale e dei volontari, per garantire un’ordinata vita ai cittadini. E’ da sottolineare la grande responsabilità che ogni singolo volontario avverte nei confronti della collettività, unito ad un senso del vivere più intensamente il proprio territorio”.