Home Appuntamenti Le iniziative culturali formiginesi della settimana

Le iniziative culturali formiginesi della settimana

quadro manzini BASSAIn occasione delle “Giornate Europee del Patrimonio” indette dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, sono numerose le iniziative organizzate dal Servizio Cultura per la promozione del castello di Formigine.

Si inizia mercoledì 23 settembre, alle 21, con la “Visita al chiaro di luna”. Dopo il grande successo di pubblico degli appuntamenti estivi, si rinnova l’appuntamento con la visita notturna al costello condotta dall’architetto Vincenzo Vandelli. Le letture di Lina Velardi accompagneranno i visitatori all’interno del monumento, che l’illuminazione delle fiaccole renderà ancora più suggestivo. Al termine della visita, si terrà un’osservazione guidata del cielo stellato, a cura di Gianluca Cuoghi specializzato in didattica delle scienze e divulgazione dell’Astronomia, con i telescopi posizionati per l’occasione nel parco del castello da StarOptics Videomaster Italia. L’ingresso è libero ma è necessaria la prenotazione al numero 059 416244.

Sabato 26 e domenica 27 settembre il castello aprirà gratuitamente il suo museo inserendosi nell’itinerario di visita dei “16 Castelli modenesi”. Le visite si effettueranno su prenotazione il sabato e la domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

Sabato 26, alle 10, sarà possibile conoscere il progetto di restauro del dipinto “San Liborio e San Geminiano offrono alla Vergine la città di Modena”, opera del pittore modenese Luigi Manzini (1805-1866). L’Amministrazione comunale dedica al dipinto un importante percorso di valorizzazione grazie al finanziamento della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e all’accordo con la Confraternita del SS. Sacramento, proprietaria del dipinto, e con la Parrocchia di San Bartolomeo, sotto la supervisione scientifica della Soprintendenza per il Patrimonio Storico, Artistico e Etnoantropologico di Modena e Reggio Emilia.

La grande tela è stata dipinta dal Manzini nel 1846 per la Chiesa della SS. Annunciata di Formigine. L’artista lasciò a Formigine altre opere: oltre al pendant di questa tela nella chiesa della SS. Annunciata, con le “Sante Agata e Liberata e il Redentore”, restano di lui le otto “Scene bibliche” attorno al ballatoio del Salone d’onore di Villa Gandini.

Sempre in quegli anni, il Manzini realizzò il ritratto di Teresa Ricci Müller, donna dalla personalità singolare che ha lasciato ampia memoria di sé come committente e benefattrice. Si coglie quindi l’occasione di presentare al pubblico la mappa storica catastale del 1824 di ampie dimensioni che raffigura i “Terreni delle Ville di Magreta e Marzaglia compresi tra il Fiume Secchia e la Strada che dalla prima alla seconda delle nominate Ville conduce incominciando dal confine di Settentrione delle terre di Madama Müller e terminando alla Via Emilia”. La mappa è stata donata all’Amministrazione da un appassionato di storia locale di Spilamberto.

Domenica 27, alle 16, sempre il castello sarà teatro di un’emozionante caccia al tesoro per bambini dagli 8 ai 12 anni. I ragazzi saranno condotti in un divertente inseguimento, tra mura secolari, reperti archeologici, immagini virtuali e tracce di epoche perdute. La partecipazione è gratuita ma su prenotazione al numero 059 416244.

Infine, alle 14.30, nel parco del castello si terrà la “Tenzone della celata”, a cura del Gruppo Storico Arcieri e Balestrieri della Torre. Sarà una preziosa occasione per conoscere i giochi addestrativi della milizia comunale duecentesca modenese.