Home Formigine Giacobazzi (PdL): le interrogazioni? Quanta superficialità a nostre spese!

Giacobazzi (PdL): le interrogazioni? Quanta superficialità a nostre spese!

pdlLe interrogazioni presentate al Consiglio Comunale del 17 settembre dal Popolo della Libertà e Lega Nord non sembrano preoccupare nessuno dell’Amministrazione e, quanto sta succedendo, è prassi normale, a sentire le parole e le risposte del Sindaco e dell’Assessore oltre al comunicato stampa emanato che sembra descrivere una situazione di assoluta tranquillità e controllo della situazione.

Non è affatto vero, anzi, l’attenta interpretazione delle stesse, evidenzia una situazione a dir poco scandalosa e preoccupante per quanto riguarda la gestione della cosa pubblica e la sicurezza del cittadino.

Per la ciclabile su via S. Antonio, abbiamo sostenuto, noi contribuenti invece del privato, una spesa di 70 mila Euro per lo spartitraffico di sicurezza, soltanto perché le nuove regolamentazioni provinciali hanno imposto l’utilizzo di una diversa tipologia di struttura per una esecuzione tardiva del privato. Sorprende poi che questa nuova protezione non rispecchi le norme di sicurezza tanto che, come affermato dal Sindaco, si sta provvedendo per garantirla con interventi ancora a nostre spese. A nostro parere, proprio per una responsabilità istituzionale e civile, si doveva procedere alla chiusura temporanea al fine di scongiurare danni irreversibili alle persone.

Per quanto riguarda gli alberi di via Bassa, zona cantiere pubblico, non sembra vero, ma gli impegni predefiniti sono stati dimenticati con la speranza che gli interventi suggeriti da un agronomo, interpellato, possano dare i benefici sperati anche se dovremo rinunciare a due delle cinque piante.

Per quanto riguarda il nuovissimo canile intercomunale, dove sono crollati muri di separazione, risulta apprezzabile l’ammissione di responsabilità del costruttore per il ripristino ma, ci sembrano prevaricare ancora, le norme e i regolamenti di responsabilità civile il fatto che della struttura non ancora collaudata il pubblico oggi ne faccia invece già uso. L’inaugurazione della nuova struttura pubblica, in campagna elettorale, è stata veramente strumentalizzata per raccogliere consensi trascurando ancora la sicurezza e la responsabilità civile. In conclusione l’unico dato certo è che, oltre alla sottovalutazione della responsabilità, per le situazioni lamentate siano state trascurate le nozioni base di definizione di un progetto funzionale nel rispetto delle norme di sicurezza, dei tempi e nel controllo dei lavori eseguiti.

Questa trascuratezza purtroppo fa parte di un modo di fare che sempre più spesso ritroviamo tra i lavori accantierati sul territorio e per i quali non possiamo intervenire, se non a lavori eseguiti, visto che gli stessi ormai sono stati e saranno gestiti attraverso la Formigine Patrimonio, società alle dirette dipendenze della Giunta, sulla quale il Consigliere Comunale non può intervenire. Il nostro ruolo istituzionale ancora una volta non viene rispettato, calpestandolo, a scapito dei cittadini.

(Giacobazzi Valerio capolista del gruppo politico“Il Popolo della Libertà”)