Home Reggio Emilia Cibi biologici a scuola: si studia il “caso” reggiano

Cibi biologici a scuola: si studia il “caso” reggiano

Qualità e garanzie di sicurezza sono esigenze primarie in ogni ambito e particolarmente nella refezione scolastica, che sempre più spesso ricorre a prodotti locali e biologici. Questi temi sono al centro di un progetto europeo che coinvolge anche la Provincia di Reggio sotto lo slogan “Bio… is logic!”. Nel quadro di una serie di incontri incrociati, tra venerdì e sabato saranno a Reggio Emilia – provenienti da Meldola (Forlì) – i partner del progetto, che si propone di identificare problemi e sviluppare soluzioni attraverso lo scambio di “buone pratiche” ed esperienze in corso nelle scuole dei diversi Paesi coinvolti: da Scandiano a Meldola (Forlì) e Laives (Bolzano), fino a Molndal (Svezia), Wolfhagen (Germania), Brtonigla e Buje (Croazia).

Lo scambio gode del patrocinio di Sern (Sweden Emilia Romagna Network), Dg Educazione e Cultura dell’Ue e dell’Agenzia esecutiva Eacea. Il programma reggiano prevede per venerdì 25 al Palazzo Scaruffi della Camera di commercio, la presentazione delle esperienze locali in materia di ristorazione scolastica. Ad aprire i lavori sarà il dirigente del Servizio Agricoltura e Sviluppo economico della Provincia, Francesco Capuano, mentre dell’impostazione del servizio parlerà la Rossana Mari della Regione Emilia-Romagna e Daniele Ara di Prober illustrerà le attività dello Sportello Mensebio. Le esperienze reggiane dal campo alla tavola saranno illustrate da Cesare Goldoni e Annamaria Arletti della fattoria didattica BioGold, dalle insegnanti Elisa Perini e Maria Tortella della scuola primaria “Don Milani” di Novellara, da Enea Burani dell’Azienda La Collina, da Fulvio Carretti del Comune di Scandiano, da Rossella Soncini, responsabile Area Emilia Ovest di Cir food, l’azienda di rilievo nazionale con sede a Reggio che cura la ristorazione nelle nostre scuole.

Nel corso della prima giornata sono poi previste visite alle fattorie didattiche “BioGold” e “La Collina”, mentre sabato mattina, nella Sede della Provincia a Palazzo Allende, si terrà il meeting del gruppo di coordinamento del progetto, che concluderà la tappa reggiana del progetto transnazionale sul biologico a scuola.