Home Bassa modenese I Nidi del Comune di Mirandola si aprono alla città

I Nidi del Comune di Mirandola si aprono alla città

Sono aperte dal 2 maggio le iscrizioni ai Nidi del Comune di Mirandola per l’anno scolastico 2011/2012. Nel pomeriggio di sabato 7 maggio, dalle ore 16 alle 19.30 le strutture saranno aperte al pubblico. Sarà l’occasione per visitare il Nido “Il Paese dei Balocchi” di via Poma 15 e il “Nido della Civetta di via Gobetti 2. Si tratta di un’opportunità offerta a genitori e bambini per passare qualche ora in compagnia in un nuovo ambiente, stimolante e da scoprire tutti insieme. Le iscrizioni si concluderanno sabato 28 maggio 2011.

Il nido d’infanzia rappresenta un servizio educativo e sociale di interesse pubblico, aperto a tutti i bambini dai tre mesi ai tre anni. Si presenta come un luogo accogliente, relazionalmente ricco, in grado di sostenere le risorse affettive dei piccoli e di promuovere la crescita sociale e cognitiva in collaborazione con le famiglie. Nel nido i bambini sono protagonisti del contesto: l’organizzazione dello spazio fisico, dello spazio sociale e dei tempi di vita e la possibilità di sperimentarsi in attività di gioco permettono ai piccoli di trovare occasione per conoscersi ed acquisire coscienza di sé.

Nel rispetto dei diritti di tutti i bambini e nella prospettiva della prevenzione di ogni forma di svantaggio e discriminazione, viene garantita la frequenza e l’integrazione dei bambini portatori di handicap e di coloro che vivono in particolari situazioni di disagio economico o sociale. Il Nido funziona da settembre a giugno. Le domande, il cui modello è visionabile sul sito del Comune (www.comune.mirandola.mo.it), vanno presentate presso l’Urp (Ufficio relazioni con il pubblico presso la loggia del Municipio). In base alle domande si forma una graduatoria alla quale l’ufficio competente si attiene per l’ammissione dei bambini al Nido. La graduatoria viene elaborata con riferimento a dimensione e composizione del nucleo familiare; tipo e condizioni di lavoro dei genitori; rete parentale; condizioni economiche; bambini diversamente abili; bambini il cui nucleo familiare presenti situazioni socio-ambientali segnalate dai Servizi Sociali.

Il comune di Mirandola finanzia il nido con un quota del 70% dei costi sostenuti. Alle famiglie chiede una partecipazione alla spesa nella misura più equa possibile sulla base dell’ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente).

Per qualsiasi informazione: Ufficio Nidi d’Infanzia del Comune, tel. 0535/29773.