Home Bassa modenese Elezioni Finale Emilia: le priorità del SEL

Elezioni Finale Emilia: le priorità del SEL

Sinistra Ecologia Libertà – nell’ambito della coalizione di centro-sinistra in appoggio al candidato sindaco civico Fernando Ferioli – porta in dote due priorità: uscire dalla crisi economica attraverso un nuovo modello locale di sviluppo eco-sostenibile; la difesa e l’estensione dei beni comuni.

SEL mette a disposizione della coalizione e della comunità le proprie idee e le proprie sensibilità per conseguire lo scopo prioritario: battere il centro-destra e, tramite l’assunzione di responsabilità del governo, riportare sulla scena pubblica proposte concrete di eguaglianza e libertà. Uno strumento fondamentale in questo senso è rappresentato dalla legge regionale sulla partecipazione, attraverso la cui attuazione rivendichiamo alla cittadinanza un ruolo attivo e costantemente partecipe – cioè di discussione preventiva (ovvero non a decisione già avvenuta e solamente da ratificare) – nelle scelte politiche dell’Amministrazione. A partire dal destino dell’ex zuccherificio (che crediamo debba essere legato alla ricerca sulle bio-energie ed al settore del fotovoltaico) e dall’assetto definitivo che dovrà avere la Cispadana.

Sul fronte dei beni comuni, in particolare, abbiamo il merito di aver congelato l’attuazione del decreto Ronchi a Finale Emilia, condizionando l’effettiva messa sul mercato delle quote societarie di Sorgea all’esito referendario dei due quesiti per l’Acqua Bene Comune. Più chiaramente: se si raggiunge il quorum e vincono i due Sì (obiettivi per i quali lavoriamo quotidianamente), la gara per l’affidamento ai privati non parte e rimane tutto come è adesso, ovvero con lo stesso assetto societario per Sorgea. L’Acqua per noi deve rimanere pubblica.

Occorre, sul fronte del Lavoro, favorire l’arrivo di nuove imprese che investano in innovazione e sostenibilità perché esigiamo un futuro che sia contraddistinto dalla piena e buona occupazione, dal contrasto delle precarietà e dal rispetto dell’inalienabile diritto alla salute ed alla sicurezza sociale.

La migliore soluzione per governare una società unita e solidale, infine, è costituita dal governare in modo laico, rispettando credi e religioni di tutti e mantenendo le Istituzioni al di sopra di ogni parzialità. La Scuola pubblica è il luogo in cui nasce la società nuova composta da italiani e nuovi italiani (ovvero i migranti), e non può essere che laica e multiculturale.

(Sinistra Ecologia Libertà, Finale Emilia)