Home Bassa modenese La Casa Editrice Marsilio ospite di “Un castello di libri” a Mirandola

La Casa Editrice Marsilio ospite di “Un castello di libri” a Mirandola

La Casa Editrice Marsilio sarà l’eccezionale ospite d’onore di “Un castello di libri”, che si terrà al Castello Pico dal 14 al 16 ottobre. Marsilio festeggerà a Mirandola il cinquantesimo anniversario della fondazione con noti scrittori, giornalisti e docenti universitari del suo prestigioso catalogo. «Anche quest’anno – spiega l’Assessore comunale alla Promozione della Città e del Territorio, Caterina Dellacasa – il programma sarà ricco di novità e grandi ospiti. “Un Castello di libri”, con la sua formula che presenta ogni anno il catalogo e gli autori di un’importante Casa editrice nazionale, si conferma come una rassegna originale nel panorama degli avvenimenti culturali italiani».

Si inizia infatti venerdì 14 ottobre alle 10,30 con la presentazione del volume “la Repubblica Romana del 1849”, ad opera di Marco Severini, docente di storia contemporanea presso l’Università di Macerata, specialista del Risorgimento italiano e dell’età giolittiana. Si prosegue alle 18,30 con Mariangela Mianiti, collaboratrice di “Repubblica” e vincitrice di premi giornalistici, che presenta il suo divertente romanzo “Quando il caviale stanca”. Sempre venerdì ma alle ore 21 una serata speciale: “Buon compleanno Marsilio!!!”, infatti, ospiterà un dibattito a tre voci sulla storia della Casa Editrice Marsilio, il futuro dell’editoria, del libro e della lettura, nel quale si confronteranno Cesare De Michelis, Presidente della Marsilio, docente di Letteratura Italiana moderna e contemporanea presso l’Università di Padova, collaboratore di numerosi quotidiani, Stefano Lorenzetto, editorialista di “Panorama”, “Il Giornale”, e di numerosi altri periodici, autore televisivo e premiato di recente come il miglior intervistatore italiano mai esistito, Romano Montroni, docente al master su editoria cartacea e multimediale di Umberto Eco presso l’Università di Bologna, libraio sin dal 1962 presso le Librerie Feltrinelli e collaboratore con le librerie Coop, definito “Il libraio più famoso d’Italia”.

Sabato 15 ottobre alle 11 Dario Di Vico, giornalista del “Corriere della Sera” e vincitore di premi giornalistici sarà intervistato sul suo libro “Piccoli. La pancia del paese”, un’analisi delle piccole aziende italiane, da Franco Mosconi, docente di Economia Industriale presso l’Università di Parma e di Economia dei Media presso la scuola di giornalismo “Ilaria Alpi” dell’Università di Bologna, editorialista del “Corriere di Bologna” ed in passato consigliere economico presso il Gabinetto di Romano Prodi a Roma e a Bruxelles. Sempre sabato alle 16 Alfonso Berardinelli, già docente di Letteratura Contemporanea presso l’Università di Venezia, critico letterario e collaboratore di numerosi quotidiani, parlerà del suo libro “Non incoraggiare il romanzo. Sulla narrativa italiana”, un’indagine provocatoria sulla narrativa del Novecento e su quella di questi anni.

Domenica 16 ottobre alle 16 Giuseppe Lupo, docente di Letteratura Italiana contemporanea alla Cattolica di Milano, saggista e romanziere, vincitore di numerosi premi letterari, presenterà “L’ultima sposa di Palmira”, ambientato in un paese del meridione sconvolto da un terremoto. Sempre domenica alle 18,15 un altro importante docente universitario, Luciano Canfora, uno dei più prestigiosi studiosi mondiali della classicità greca e romana, filologo classico, saggista ed editorialista, esporrà “La meravigliosa storia del falso Artemidoro”, quasi un’inchiesta poliziesca su un clamoroso falso, il papiro di Artemidoro. Un’occasione unica quella offerta da “Castello di libri”, per ascoltare e confrontarsi con giornalisti e docenti universitari di fama, oltre che con romanzieri di tutto rispetto, quali Isabella Bossi Fedrigotti, Francesco Carofiglio, Roberto Costantini, Giovanni Montanaro, e con i fumettisti Gino Gavioli, Guido Fuga e Lele Vianello.