Home Bologna Nuovi prestiti per il Museo Archeologico di Bologna

Nuovi prestiti per il Museo Archeologico di Bologna

Dopo avere celebrato le sue origini “romane” con Archeopolis, adesso il Museo Archeologico guarda all’Europa. Secondo una tradizione ormai consolidata, il Museo è uno dei principali referenti per mostre ed esposizioni dei principali musei italiani e stranieri, in virtù degli importanti reperti che compongono le sue raccolte. Il mese di ottobre vedrà infatti salpare alla volta di Barcellona alcuni oggetti della Collezione Egiziana: la mostra “Moda y belleza en el Antiguo Egipto” apre dal 20 ottobre 2011 fino al 20 luglio al Museu Egipci del Barcelona – Fundaciò Arqueòlgica Clos.

Per qualche mese quindi il contenitore per cosmetici con fanciulla nubiana, l’ushabti di May, la stele della cantante Urener, una coppia di eleganti vasi in alabastro e una collana con pendenti a melagrana lasciano Bologna a favore dei visitatori spagnoli.

Alla volta dell’Olanda partono invece gli Etruschi: dopo gli accordi internazionali stipulati con un Memorandum of Understanding lo scorso 21 Gennaio a Bologna tra Museo Archeologico di Bologna e Rijksmuseum van Oudheden di Leiden, numerosi reperti dell’antica Felsina impreziosiranno dal 14 ottobre 2011 al 18 marzo 2012 la grande mostra “Etruscan. Eminent women, powerful men”.

Una mostra, due città: saranno infatti Leiden (Rijksmuseum van Oudheden) e Amsterdam (Allard Pierson Museum) a presentare in contemporanea l’affascinante cultura etrusca al pubblico olandese. Maggiori info www.etrusken.nl

Sono 170 gli oggetti prestati alle mostre olandesi, e tra questi la situla in bronzo Arnoaldi, uno degli oggetti più prestigiosi del Museo, recentemente protagonista di uno studio e di una modellazione 3D in collaborazione con il DAPT dell’Università di Bologna.

Il 12 ottobre, su invito dell’Istituto Italiano di cultura presso i Paesi Bassi e del Rijksmuseum van Oudheden, in occasione della mostra e delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia,il direttore del Museo Archeologico di Bologna, Paola Giovetti, terrà un intervento dal titolo: Il Museo Archeologico di Bologna si racconta; nella stessa occasione Daniela Picchi, curatrice della sezione egizia del Museo Archeologico, presenterà la collezione egiziana: The Egyptian collection of Bologna, from an erudite past to an European future.

Ma non è solo l’estero a guardare verso Bologna e i suoi Musei: dal 1 ottobre 2011 al 22 gennaio 2012, a Venezia nelle sale di Palazzo Ducale, in occasione della grande mostra “Venezia e l’Egitto”, saranno esposti sei statue egiziane del Museo Civico Archeologico e un prezioso flacone di vetro blu riccamente decorato di XIII-XIV secolo del Museo Civico Medievale di Bologna.

Maggiori info www.visitmuve.it

Tante trasferte per i Musei Civici di Bologna, nell’intento di essere parte integrante di un network con le principali realtà culturali dell’Europa unita.

MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO DI BOLOGNA – Orari di apertura del Museo: dal martedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 15, sabato, domenica e festivi ore 10 alle ore 18.30. Chiuso tutti i lunedì feriali, Capodanno, 1° Maggio e Natale. Ingresso a pagamento dal 1 marzo 2011. Ingresso gratuito il primo sabato del mese dalle ore 15 alle ore 18,30. Intero €4; ridotto €2.

Per info sulle tariffe: www.comune.bologna.it/museoarcheologico