Home Regione Agricoltura, la soddisfazione di Rabboni per l’approvazione del “Pacchetto latte” da parte...

Agricoltura, la soddisfazione di Rabboni per l’approvazione del “Pacchetto latte” da parte del Parlamento europeo

“In qualità di presidente dell’Associazione delle Regioni europee dei prodotti d’origine (AREPO) desidero ringraziare i parlamentari europei e in particolare gli onorevoli Paolo De Castro e Jim Nicholson per l’approvazione del ‘Pacchetto latte’, una proposta di regolamento destinata a modificare profondamente la normativa comunitaria in vigore con particolare riferimento alle introduzione di norme relative alle organizzazioni di produttori, agli organismi interprofessionali, alle relazioni contrattuali e alla trasparenza di mercato”.

Queste le parole di Tiberio Rabboni, assessore all’Agricoltura della Regione Emilia-Romagna e presidente di AREPO. “Si tratta – prosegue Rabboni – di una decisione che aspettavamo da tempo e che contribuirà a rendere più efficiente e trasparente il comparto lattiero-caseario, uno dei pilastri dell’agroalimentare dell’Unione europea. La nuove norme consentiranno, nel rispetto delle regole sulla concorrenza, di intervenire anche nella programmazione della produzione dei formaggi di qualità a denominazione d’origine tutelata. Quest’opportunità è particolarmente significativa in quanto può consentire, riducendo le turbolenze del mercato, di tutelare e stabilizzare i redditi del produttori e, nel contempo, di mettere al riparo i consumatori da fenomeni speculativi provocati da eccesso o carenza dell’offerta”.

“Auspico – conclude Rabboni – che la regolamentazione dei volumi produttivi venga ora estesa a tutti gli altri prodotti DOP e IGP europei. Risulterebbe infatti iniquo e incomprensibile un diverso trattamento, essendo tutte le produzioni d’origine tutelata, DOP e IGP, assoggettate alle medesime regole europee. AREPO si attende un analogo compromesso tra Parlamento europeo e Consiglio dei ministri dell’agricoltura sulle modalità di gestione dei volumi di produzione delle altre DOP e IGP nell’ambito del pacchetto legislativo europeo sulla Qualità”.