Home Regione Adotta una scuola: una nota dell’USR specifica le modalità di sostituzione dei...

Adotta una scuola: una nota dell’USR specifica le modalità di sostituzione dei libri di testo di RCS e Zanichelli

Ricostruire la scuola vuol dire ripristinare il sapere in ogni sua forma. E’ questa la filosofia di Adotta una scuola che viene condivisa da due iniziative parallele e distinte. I gruppi editoriali Zanichelli e RCS education ci segnalano la volontà di sostituire gratuitamente i libri di testo danneggiati e persi attraverso due procedure differenti.

Una nota dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna a firma del dott. Stefano Versari – vice direttore generale – ed indirizzata a tutti i dirigenti scolastici delle scuole coinvolte nel sisma, specifica le due diverse modalità.

Il testo

L’iniziativa Adotta una scuola dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia- Romagna (http://ww2.istruzioneer.it/2012/06/05/adotta-una-scuola) sta operandocom’è noto- fin dalle prime rilevazioni dei danni prodotti dagli eventi sismici, per permettere alle scuole di dotarsi di supporti e beni didattici che consentano il pieno prosieguo delle attività, secondo l’idea per cui ricostruire la scuola vuol dire ripristinare il sapere in ogni sua forma.

Questa filosofia è stata condivisa da due iniziative autonome –diverse tra loro nelle modalità- realizzate dai gruppi editoriali RCS Education e Zanichelli che hanno segnalato a questo Ufficio la volontà di sostituire gratuitamente i libri di testo danneggiati e persi a causa del sisma.

Nella consapevolezza che da parte degli editori viene attivato un impegno encomiabile e rilevante e che si tratta di operazioni le cui modalità devono esser ben chiare, per evitare equivoci e rispettare il lavoro complesso della filiera produttiva e distributiva anche sul territorio, oltre ad attirare l’attenzione sulle due iniziative, si ritiene particolarmente utile porre l’accento sulle differenti procedure da attivare.

Per quanto riguarda RCS Education, i marchi editoriali interessati all’iniziativa sono: Fabbri Editore e Oxford University Press (lingua inglese) per la scuola primaria; Fabbri Editore, Sansoni, Bompiani e La Nuova Italia, Oxford University Press Hachette , ed Edinumen per la scuola secondaria di primo grado; Sansoni, Bompiani, Etas, La Nuova Italia, Tramontana, Markes, Calderini, Edagricole Oxford University Press Hachette ed Edinumen per il secondo grado.

L’iniziativa è rivolta agli studenti e alle scuole direttamente colpiti dal sisma dello scorso maggio: gli studenti che hanno avuto la casa danneggiata e/o che sono stati sfollati e le scuole che hanno perso i volumi della biblioteca scolastica e/o quelle che praticano il comodato d’uso dei libri di testo, libri ora non più disponibili a seguito del terremoto.

Per poter gestire correttamente questa iniziativa è necessario che sia il dirigente scolastico a raccogliere e verificare le richieste riguardanti gli alunni della propria istituzione e ad inviarle con l’indicazione dei titoli e dei quantitativi necessari a coprire i bisogni. I libri verranno consegnati dal promotore editoriale di zona o spediti direttamente alla scuola.

Per quanto riguarda Zanichelli è possibile chiedere la sostituzione gratuita delle copie danneggiate o andate perse dei testi scolastici e universitari del catalogo Zanichelli, CEA (Casa Editrice Ambrosiana), Bovolenta, EdiErmes scuola, Lucisano, Masson scuola, Angelo Signorelli, Esac, Liguori scuola, Cremonese e Clitt.

La procedura prevede che lo studente o -per studenti minorenni- un genitore (o un legale rappresentante) scarichi il modulo nella pagina http://www.zanichelli.it/sisma2012 del sito, lo compili e lo invii via fax al numero 051 24 34 37 o via mail all’indirizzo sismaemilia2012@zanichelli.it, insieme ad una copia di un documento di riconoscimento.

Si pregano, pertanto, le SS.LL. di assicurare la massima diffusione possibile delle iniziative in questione a tutte le famiglie e gli studenti interessati, al fine di una corretta e piena fruizione dell’opportunità offerta.