Home Ambiente Antichi mestieri e nuove opportunità. Convegno conclusivo del Progetto Parchi di Vita:...

Antichi mestieri e nuove opportunità. Convegno conclusivo del Progetto Parchi di Vita: saperi e mestieri nelle aree protette dell’Emilia Romagna

Antichi-mestieri-nuove-oppIn chiusura del progetto Parchi di Vita, vogliamo raccontare le persone ed i territori che abbiamo ri – scoperto nel nostro viaggio che ha attraversato le aree protette dell’Emilia Romagna, ragionando sule politiche per le aree interne e sulle nuove opportunità dei fondi strutturali 2014-2020.

Dal parco del Delta del Po, al Parco del Corno alle Scale, dal mare alla montagna, la ricchezza di informazioni custodita dagli over 65 rappresenta un elemento di estrema importanza per il territorio delle aree protette dell’Emilia-Romagna. Antichi mestieri ormai dimenticati, che da secoli si sono ripetuti per creare manufatti, lavorare la terra, ricavare dal poco quello che serviva a sfamare una famiglia.

“Parchi di Vita” ha fatto incontrare gli ultimi detentori degli antichi mestieri, con oltre duecento ragazzi delle scuole della nostra regione, con l’obiettivo di trasferire competenze ed esperienze ai più giovani per aiutare a creare nuove attività professionali artigianali, anche in aree marginali che subiscono in maniera più forte il fenomeno dello spopolamento.

Il convegno, volto presentare i risultati del progetto e ad approfondire esperienze, buone pratiche e possibilità future per i Parchi e le aree interne, vedrà la partecipazione di Marco Sebastiano (Direttore Legambiente Emilia-Romagna), Elena Torri (Sindaco Lizzano in Belvedere), Massimo Medri (Presidente Parco del Delta del Po Emilia Romagna), Claudio Moretti (Sindaco di Monchio delle Corti), Farnia Senni (Cooperativa Atlantide), Torri Oreste (Cooperativa Valle dei Cavalieri), Giuseppe Vignali (Direttore Parco Nazionale Appennino Tosco  Emiliano), Mario Cerè (Servizio Politiche Europee Regione Emilia Romagna), Maurizio Davolio (Legacoop Turismo Emilia Romagna) ed un rappresentante di Federparchi. In chiusura del convegno, moderato da Lorenzo Frattini (Presidente Legambiente Emilia Romagna), è previsto un spazio aperto per il dibattito.

Al termine della mattinata, a partecipazione gratuita, sarà offerto a tutti i partecipanti un pranzo con prodotti tipici del territorio, con successiva visita guidata gratuita al Museo della Civiltà Contadina.

All’indirizzo www.legambiente.emiliaromagna.it/parchidivita, è possibile conoscere i dettagli ed il risultato del progetto.

Il progetto “Parchi di Vita” è stato promosso da Legambiente Emilia-Romagna, con il patrocinio del Parco del Delta del Po ed il Parco del Corno alle Scale, e finanziato dal fondo dell’Osservatorio Nazionale per il Volontariato – Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (ex legge 266/1991), per favorire la conoscenza e la diffusione di pratiche e saperi tradizionali da parte dei giovani, attraverso lo scambio generazionale con gli anziani del luogo.