Home Appennino Bolognese Si riapre uno spiraglio per il futuro delle Terme di Porretta. Concessa...

Si riapre uno spiraglio per il futuro delle Terme di Porretta. Concessa una ulteriore proroga dell’esercizio provvisorio fino al 31 luglio

Dopo l’asta andata deserta il 25 giugno scorso, il Tribunale di Bologna ha deciso oggi di concedere una nuova proroga dell’esercizio provvisorio fino al prossimo 31 luglio, a fronte del ritiro del ricorso al Tar presentato dal Gruppo Helvethia e della rinnovazione della proposta di acquisto da parte della società bolognese “Tema srl” negli stessi termini e con le stesse modalità della precedente.

Appresa la notizia, il Vicesindaco metropolitano Daniele Manca e il Consigliere con delega alle politiche dell’Appennino Massimo Gnudi hanno dichiarato: “Apprendiamo con favore la notizia della decisione da parte del Tribunale di Bologna di prorogare l’esercizio provvisorio, prospettando così una concreta possibilità per la continuità dello stabilimento, a beneficio dell’intero comparto termale porrettano.

Riteniamo che si tratti di un segnale positivo di ripresa del percorso che era stato interrotto. Si è giunti a questo punto grazie al grande senso di responsabilità dei soggetti coinvolti.

La Città metropolitana continuerà a seguire con la massima attenzione, congiuntamente a Regione Emilia-Romagna e al Comune di Porretta, la delicata vicenda della società Terme di Porretta in fallimento, mantenendo come obiettivo e interesse primario il rilancio dell’attività termale e la salvaguardia dell’occupazione.