Home Reggio Emilia “Parkinson e movimento”, progetto per i rubieresi

“Parkinson e movimento”, progetto per i rubieresi

Un nuovo progetto per la città di Rubiera in tema di salute e servizi: si chiama “Parkinson e movimento” e sarà presentato con un incontro pubblico domani, sabato 30 settembre, dalle 15.30 nella sede Auser di via De Gasperi, 3.

L’iniziativa parte dal fatto che chi ha la malattia di Parkinson ha bisogno di un esercizio fisico «regolare e continuativo – spiegano i promotori – ma lieve e non estenuante, da fare in sicurezza e con programmi dedicati. In generale, un’attività fisica adeguata e costante è quanto ci chiede di fare il mondo della ricerca scientifica, per conservare la salute e le abilità. Questo vale per tutti anche, se non di più, per chi ha in parte perso la salute causa malattia o evento traumatico».

Gli effetti dell’esercizio fisico sono diversi: « miglioramento della performance fisica, aumento di endorfine e dunque miglioramento del tono dell’umore, minore isolamento, nuove conoscenze, nuove amicizie: questi sono i benefici dell’attività fisica per i parkinsoniani e in conseguenza per le loro famiglie».

Scopo del progetto è anche andare incontro, letteralmente, alle esigenze del territorio, «nella convinzione che i servizi vadano portati ai malati e non viceversa». Pertanto a Rubiera partiranno a breve dei corsi con insegnanti qualificati.

La gestione delle attività sarà dell’Associazione di Promozione Sociale “Ho in mente te”, con il patrocinio del Comune di Rubiera.

Il programma dell’incontro di sabato prevede, alle 15:30, un saluto del Sindaco Emanuele Cavallaro , seguito dall’intervento di Milena Casalini , Consigliere comunale a Rubiera, dal titolo “Portiamo le associazioni a Rubiera”; seguirà Maurizio Rosi , Direttore del Distretto Sanitario di Scandiano-Ausl di Reggio Emilia, per parlare di “La collettività che cura”; la neurologa Maria Scarano interverrà quindi su “L’attività motoria come sostegno alla terapia farmacologia nella malattia di Parkinson”, seguita da una testimonianza su “Le esperienze di attività fisica dedicata con i malati di Parkinson: percorso di salute psico-fisica”, a cura di Paola Aime , presidente dell’associazione “Ho in mente te”, e Elena Bellini , insegnante. Al termine, spazio per domande dal pubblico.

L’ingresso è libero, per informazioni: segreteria organizzativa “Ho in mente te” tel. 3466439897 info@hoinmentete.it