Home Bologna Tentativo di autolesione all’interno della Casa della Salute Navile a Bologna. L’uomo...

Tentativo di autolesione all’interno della Casa della Salute Navile a Bologna. L’uomo non è in pericolo di vita

Questa mattina intorno alle 11, un uomo di 45 anni ha tentato di darsi fuoco all’interno della Casa della Salute Navile di Bologna. E’ stato immediatamente soccorso dal personale sanitario presente, mentre la struttura veniva evacuata e veniva allertato il 118, giunto sul posto in 6 minuti dalla chiamata. Al momento l’uomo è in Pronto Soccorso all’Ospedale Maggiore in condizioni di media gravità. Con lui sono stati accompagnati in Pronto Soccorso, per controlli, anche 6 professionisti della Casa, tra medici e infermieri, tutti in buone condizioni. Nessun danno, invece, per le persone presenti al momento all’interno della Casa della Salute, né alla struttura.

Per le necessarie operazioni di ripristino ambientale, le attività previste al primo piano della Casa della Salute, dove è avvenuto il fatto, sono temporaneamente sospese e riprenderanno regolarmente già domani, 28 giugno. Solo per il pomeriggio di oggi l’attività del Centro di Salute Mentale sarà garantita dal Centro di Salute Mentale di via dello Scalo.

L’Azienda Usl di Bologna riferisce la cronologia di quanto accaduto

•    Alle 11.05, un uomo di 45 anni tenta di darsi fuoco al primo piano della Casa della Salute Navile, utilizzando un liquido infiammabile che aveva con sé.
•    Contemporaneamente scatta l’allarme anti incendio e si attiva il piano di evacuazione della Casa della Salute con l’allerta, immediata, dei Vigili del Fuoco, della Polizia e del 118. La chiamata alla Centrale Operativa 118 arriva alle 11.07.
•    Nel frattempo l’uomo è stato immediatamente soccorso dagli infermieri del Centro di Salute Mentale che utilizzano anche gli estintori presenti nella Casa.
•    Alle 11.13, in 6 minuti dalla chiamata, è sul posto l’ambulanza del 118, successivamente raggiunta dall’automedica.
•    L’uomo viene assistito e stabilizzato e, alle 11.53, trasferito al Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore, dove arriva alle 12.01 in condizioni di media gravità.
•    Alle 12.09 la Casa della Salute è di nuovo operativa, con la sola eccezione del primo piano.