Home Modena “Ci vuole il Fisico!”, al FIM di Unimore un pomeriggio di confronto...

“Ci vuole il Fisico!”, al FIM di Unimore un pomeriggio di confronto sul ruolo dei fisici nel mondo del lavoro

Rilanciato dal successo delle iscrizioni e immatricolazioni di questi ultimi anni, il corso di laurea in Fisica di Unimore, che ha registrato anche quest’anno l’interesse di 66 pre-immatricolati, si presenta alla comunità universitaria ed ai giovani, oltre che all’opinione pubblica con l’organizzazione di un pomeriggio di confronto tra mondo imprenditoriale, comunità accademica e scuola. L’obiettivo dei docenti di Fisica dell’Ateneo emiliano è far comprendere l’importanza che i laureati in Fisica hanno nello sviluppo tecnologico del territorio. Ma, l’appuntamento sarà anche l’occasione per condividere le opportunità di formazione universitaria, dalla laurea al dottorato, ispirate dalla ricerca scientifica sviluppata nei laboratori di Unimore.

L’iniziativa denominata scherzosamente “Ci vuole il Fisico!” si tiene venerdì 26 ottobre, dalle ore 15.00 nell’Aula L 1.3 del FIM – Dipartimento di Scienze Fisiche, Informatiche e Matematiche (via Campi 213/a) a Modena.

Interverranno alcuni fisici che lavorano in posizioni apicali presso importanti aziende di vari settori industriali del territorio (automotive, bio-medicale, industria per la ceramica, industria alimentare): Maximilian Romani di Ferrari Spa; Marco Medici di LivaNova; Paolo Casarini di System Spa; Alice Olivieri di TetraPak Modena.

“Riteniamo che la mutua interazione tra università, industria e scuola sia di fondamentale importanza nel progresso della società moderna – ha commentato il prof. Olindo Corradini, docente di Fisica e membro della commissione per la divulgazione della cultura scientifica del FIM – sia dal punto di vista dello sviluppo culturale, sia per quanto riguarda l’ottimizzazione del trasferimento tecnologico proveniente dalla ricerca di base. Il recente premio Nobel per la Fisica dato ad importanti applicazioni della luce laser, è un esempio eclatante del successo di tale trasferimento tecnologico”.

L’incontro si concluderà con una tavola rotonda, moderata da Giovanni Spataro, redattore di Le Scienze, dove i dirigenti si confronteranno, tra loro e con gli altri ospiti, su temi generali riguardanti il rapporto tra Fisica e mondo del lavoro. Contestualmente Claudia Girotti, ricercatrice del consorzio interuniversitario AlmaLaurea esporrà i dati sulle prospettive occupazionali dei laureati in Fisica, che vantano percentuali di occupazione ad un anno dalla laurea del 100% e con buone prospettive retributive.

Per maggiori informazioni consultare http://www.outreach.fim.unimore.it/site/home/stage–scuole/la-fisica-nella-societa/ci-vuole-il-fisico.htmlm