Home Modena 25 aprile, celebrazioni e festa per tutti a Modena

25 aprile, celebrazioni e festa per tutti a Modena

Musica, parole, celebrazioni, banda, cinema e pranzo popolare per la Festa della Liberazione a Modena., tra il centro storico e i quartieri. Giovedì 25 aprile si incomincia alle 10 in Duomo con la messa officiata da Monsignor Erio Castellucci, Arcivescovo Abate della Diocesi di Modena-Nonantola. Per via Emilia, corso Canalgrande, via Università e via Castellaro fino a piazza Grande il tradizionale Corteo con la Banda Cittadina “Andrea Ferri”. Alle 10.45, omaggio al Sacrario della Ghirlandina, e alle 11.30 in piazza Grande la manifestazione conclusiva introdotta da Elio Carosone, presidente della Consulta provinciale degli studenti di Modena, con intervento di Metella Montanari, direttore dell’Istituto storico di Modena (in caso di maltempo l’iniziativa si svolge nella Sala Consiliare del Palazzo Comunale).

Il pranzo popolare di quest’anno (i posti sono esauriti) ha una nuova sede e nuovi protagonisti delle preparazioni e del servizio. Saranno infatti i ragazzi e le ragazze autistici dell’associazione Aut Aut a preparare i tortellini nella loro casa-bottega del Tortellante all’ex Mercato di via Ciro Menotti 137, dove alle 13 si apparecchia per far festa “con le gambe sotto al tavolo”, in collaborazione con l’Osteria del tempo perso, ristorante della polisportiva Modena Est. Sulle grandi tavolate collettive saranno serviti i tortellini in crema di parmigiano del Tortellante arrosti misti con patate e insalata o secondo vegetariano, dolci, vino bianco e nero.

Di nuovo in centro, nel pomeriggio alle 14.30 per la sfilata della Banda cittadina da largo Garibaldi a piazza Torre, dove i musicisti si esibiranno in concerto.

Alle 16.30 in piazza XX settembre la “Festa per tutti” tra parole e musica intitolata quest’anno “Esercizi di libertà” con Ottavia Piccolo (in collaborazione con Ert), introdotta da Vittorina Maestroni, presidente del Centro documentazione donna. A seguire il concerto di Alberto Bertoli. L’iniziativa, gratuita, è a cura di Istituto storico e Cdd con il sostegno di imprese di Legacoop (Assicoop e Unipolsai, Coptip, Abitcoop, Casa Modena).

Un altro “Pranzo resistente” si svolge alle 12.30 alla Palestra Marzaglia Nuova, in via dell’Aratro 42/a, a cura di Usd Nuova Marzaglia.

Festa del 25 aprile anche con il Quartiere 2 al Circolo XXII aprile di via Donati 120, con il saluto alle 15 di Aude Pacchioni, già presidente provinciale Anpi e intervento dei ragazzi del doposcuola del Gvc-Gavci della Crocetta; alle 15.30 “Canti popolari per la libertà”, concerto con Fabio Bonvicini e Francesco Benozzo.

Esposizione dei manufatti dell’associazione Il Gomitolo e mostra sulla Resistenza.

Altra Festa del 25 aprile, col Quartiere 3, dalle 16 alle 20 al Parco della Resistenza “Il Parco, la Cultura, il Gioco per festeggiare insieme la Liberazione” con la liberazione degli uccellini provenienti da operazioni di antibracconaggio a cura del Centro Soccorso Animali “Il Pettirosso”. Alle 18 la conferenza “I Treni della Felicità”, l’accoglienza a Modena ai tempi della guerra. Dalle 16 alle 20 “Giovani lettori per il 25 Aprile”, mostra a cura dell’Istituto Storico, Spazio libreria, Laboratori per bambini, Oasi delle Associazioni e Punto ristoro con gnocco fritto. Dalle 16 alle 19 “Bioblitz: Naturalista per un giorno”. In caso di maltempo la conferenza, la libreria e la mostra, si svolgono alla Polivalente Morane di via Morane 361.

Alle 19.30, a cura di Pop History (www.pophistory.it), al Caffè delle Passioni di viale Carlo Sigonio 382, il collettivo Nicoletta Bourbaki presenta il libro “Questo chi lo dice? E perché?” per districarsi tra bufale e fake news (scaricabile gratuitamente in formato pdf sul sito Wu Ming Foundation)

Alle 21,15, alla Sala Truffaut, via Degli Adelardi 4, a cura di associazione Circuito Cinema si proietta “La notte di San Lorenzo” (Italia 1982) dei fratelli Paolo e Vittorio Taviani, Premio speciale della giuria al Festival di Cannes.

Giovedì 25 aprile sono inoltre in programma altre iniziative nei Quartieri. Al 4 ritrovo alle 9 ai Laghi di Ponte Alto in stradello Anesino per la “Camminata della Libertà”, organizzata dal Gruppo sportivo Madonnina podismo con passaggio ai cippi di via Capitani, Tre Olmi, Ponte Alto. Iscrizioni sul posto dalle 7.30 fino a 10 minuti prima della partenza. Quattro le distanze possibili (km 3,5 – 6 – 10 – 14,5).

Alle 16 al Centro sociale anziani e orti San Faustino di viale Leonardo 158, canzoni popolari con il “Coro delle Mondine di Novi”

Alle 17 ritrovo al Circolo Arci Marzaglia Vecchia in via Chiesa 87 per deporre una corona ai cippi di Marzaglia (al caduto Bill nei pressi dell’argine del Secchia e al sacrario di Marzaglia Vecchia) e commemorazione con le associazioni.

Al Campo Comunale di atletica leggera si svolge il Trofeo della Liberazione, Meeting interregionale organizzato da Uisp Podismo Modena.

Il programma delle iniziative, che proseguono fino a maggio a cura del Comitato per la storia e le memorie del ‘900 del Comune, è online (www.comune.modena.it).