Home Ambiente Maltempo 2019: pronto un primo stanziamento di 1 milione e 800 mila...

Maltempo 2019: pronto un primo stanziamento di 1 milione e 800 mila euro di risorse regionali

Un primo stanziamento di 1 milione e 800 mila euro messi a disposizione dalla Regione per rispondere alle criticità più gravi aperte dalle piogge intense che hanno colpito l’Emilia-Romagna nel mese di maggio. È la risposta della Giunta regionale, che ha deliberato ieri gli stanziamenti, alle conseguenze delle precipitazioni eccezionali che in più ondate hanno colpito il territorio da Piacenza a Rimini.

Quattro gli episodi straordinari di maltempo registrati a maggio – il 5 e 6, il 12, 13 e 14, il 20 e 21, il 28 – che hanno interessato l’Emilia-Romagna con piogge intense, raffiche di vento, neve in Appennino, per la prima volta in questa stagione dall’avvio delle rilevazioni, nel 1950, piene dei corsi d’acqua e mareggiate.

“La Giunta regionale ha deliberato uno stanziamento iniziale di risorse per fornire le risposte immediate più attese dalla popolazione- spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Paola Gazzolo-. I fondi permetteranno di riaprire strade interrotte, evitare o risolvere l’isolamento di abitazioni e centri abitati, mettere in sicurezza fiumi e versanti. E proprio in questi giorni il Dipartimento nazionale sta chiudendo l’istruttoria sulla richiesta di stato di emergenza presentata dal presidente della regione, Stefano Bonaccini. Dalla prossima settimana il Governo sarà nelle condizioni di deliberare lo stato di emergenza, assegnando le risorse necessarie per continuare gli interventi di messa in sicurezza”.

Nel dettaglio, sono due gli interventi previsti nel piacentino (130mila euro), sei nel parmense (419mila euro), quattro nel reggiano (490mila euro), otto nel modenese (300 mila euro), quattro nel bolognese (145mila euro), due nel forlivese-cesenate (240mila euro), quattro nel ravennate (335 mila euro), due nel riminese (95mila euro).

Gli interventi

In provincia di Bologna sono in arrivo in tutto 145 mila euro che saranno interamente investiti per 4 opere di ripristino della viabilità danneggiata da dissesti. A Gaggio montano i lavori interesseranno la via Porrettana (ex statale 64) in località Marano-Vaina (30mila); a Lizzano in belvedere le strade di collegamento alle località Raspadore (15mila) e Farnè (30mila); a Monghidoro sarà ricostruita la scarpata a valle di via Ceragne e si interverrà per il rifacimento del piano stradale (70mila).

Nel modenese saranno investiti in tutto oltre 300 mila euro per 8 interventi tra cui la sistemazione di una grave erosione sulla sponda sinistra del torrente Tiepido a monte del ponte della strada provinciale di Torre Maina, in comune di Maranello (70mila); per il mantenimento del regolare deflusso delle acque in corrispondenza degli attraversamenti e per garantire il monitoraggio arginale nei torrenti Tiepido e Grizzaga in comune di Modena (20mila).
Con circa 90 mila euro a Serramazzoni si interverrà per risolvere l’isolamento della località Casa Chiesi causato da una frana (47.930) e per il ripristino di una strada vicinale interrotta sempre da un dissesto (41.830). Anche a Montese è previsto il ripristino di alcune scarpate nei pressi del campo sportivo in Località Caviolo (20mila); a Prignano sulla Secchia sarà messa in sicurezza Via Caselletta (40mila) e a Palagano sono in vista lavori di ripristino delle strade comunali di Via la Campagna, Via Pietra Guisa, Via comunale e Via Roncopezzuolo, indispensabili per evitare che le abitazioni restino isolate (55mila); a Sestola si svolgerà la pulizia delle reti paramassi (10mila).
Per coprire le spese di assistenza alla popolazione sfollata a causa degli allagamenti o delle frane, sono stati stanziati in tutto 12.300 euro per i comuni di Prignano sulla Secchia (7.710), Serramazzoni (3.000), Campogalliano (1.474 euro) e Modena (140 euro).

In provincia di Reggio Emilia, a Baiso, sono in cantiere 4 lavori urgenti per 490mila euro. Tre riguardano il territorio di Baiso. Il più rilevante è il consolidamento del versante in frana in località Montecchio-Montecasale per 180mila euro; si aggiungono il ripristino della viabilità sulla strada comunale in località Casale (130mila) ed i primi interventi urgenti di sistemazione del drenaggio nella zona della “Piana” della frana di Cà Lita (90mila).
A Vetto, con 90 mila euro, si procederà al consolidamento della strada comunale di Casone.