Home Bologna Da un pool di banche coordinate da Banco BPM 75 milioni per...

Da un pool di banche coordinate da Banco BPM 75 milioni per l’ampliamento e lo sviluppo di BolognaFiere

È stato perfezionato il closing di un’importante operazione che prevede il finanziamento di 75 milioni di euro al Gruppo BolognaFiere da parte di un pool bancario coordinato da Banco BPM. Presenti alla firma il Presidente di BolognaFiere, Gianpiero Calzolari, e il Responsabile Mercato Corporate Centro-Nord di Banco BPM, Luca Mazzini.

L’operazione di finanziamento – della durata di 12 anni per un controvalore pari a 75 milioni di euro – è finalizzata a sostenere il piano di sviluppo industriale del Gruppo e in particolare le attività di ampliamento e rinnovamento del quartiere fieristico di Bologna. Gli istituti di credito che costituiscono il pool sono Banco BPM che ha agito in qualità di Banca Agente e Banca Depositaria, Intesa Sanpaolo/Banca IMI, MPS, BPER, Unicredit e BNL.

«Siamo molto soddisfatti per aver portato a termine questa operazione insieme al pool di banche coordinate da Banco BPM, un partner di eccellenza che supporta lo sviluppo e le strategie di crescita del nostro Gruppo – ha commentato Gianpiero Calzolari, Presidente di BolognaFiere – il finanziamento è funzionale al piano di ampliamento e riqualificazione dell’intero quartiere di Bologna, in cui stiamo investendo, con l’obiettivo di realizzare un distretto all’avanguardia per dare ulteriore impulso alla competitività delle nostre rassegne, dei nostri partner e a  beneficio di tutto il territorio».

«I poli fieristici rappresentano una riserva importante per lo sviluppo economico, con ricadute concrete su una miriade di attività produttive – ha commentato Luca Mazzini, Responsabile Mercato Corporate Centro-Nord di Banco BPM – Per questo la Banca, attraverso il Mercato Corporate Centro-Nord e il Centro Corporate di Bologna, è particolarmente soddisfatta di contribuire da protagonista a questa operazione che costituisce un significativo tassello nel piano di crescita della Fiera, una delle eccellenze della città, della Regione e dell’intero Paese».

L’operazione di finanziamento, che vede la partecipazione dei principali gruppi bancari a livello nazionale (Intesa Sanpaolo/Banca IMI, MPS, BPER, Unicredit, BNL) coordinati da Banco BPM, è funzionale a supportare lo sviluppo del piano di investimenti previsti entro il 2024 che ammonta complessivamente a 138 milioni di euro e si inquadra nell’ambito del piano industriale 2020, che si pone l’obiettivo di raggiungere 200 milioni di fatturato di Gruppo, da un lato proprio grazie all’ampliamento e alla riqualificazione del quartiere fieristico di Bologna, dall’altro, attraverso un’ulteriore crescita sui mercati internazionali che già oggi rappresentano oltre un terzo del fatturato, ponendo BolognaFiere al primo posto in Italia per quota di ricavi realizzati all’estero.