Home Bassa modenese Riaperti a Mirandola i termini per la richiesta di contributo per sistemi...

Riaperti a Mirandola i termini per la richiesta di contributo per sistemi antintrusione

Ad agosto il Comune di Mirandola ha stanziato un fondo di 30.000 euro per soddisfare le domande dei cittadini rimaste inevase a seguito del bando aperto a marzo 2019 per l’installazione di sistemi antintrusione. Nei primi mesi dell’anno incorso, infatti, era stato istituito un bando di 40.000 euro per sostenere i privati cittadini che desideravano installare sistemi antifurto nelle proprie abitazioni e condomini.

Le domande presentate eccedevano rispetto alla disponibilità di questo fondo e, per soddisfare anche le richieste che non avevano ottenuto un contributo, il Comune ha deciso di mettere a disposizione ulteriori 30.000 euro. Parte di questa somma ha quindi coperto le domande rimaste inevase e da questo fondo sono avanzati 10.113,55 euro, che resteranno a disposizione dei cittadini fino all’esaurimento dell’ammontare.

Per la concessione di questa tranche di contributi è stato pubblicato un bando al quale possono accedere i privati residenti e proprietari di abitazione nel Comune di Mirandola (od affittuari con autorizzazione scritta dal proprietario), nonché i condomini che intendono effettuare investimenti rivolti all’installazione d’impianti di allarme, inferiate e porte blindate od altri sistemi antintrusione.

Il contributo del Comune è calcolato nella misura massima del 50% del valore delle spese ammissibili, al netto dell’Iva, sino ad un massimo di 1.000 euro. Le domande di contributo possono essere inoltrate a partire da lunedì 2 settembre 2019. I fondi messi a disposizione saranno assegnati fino ad esaurimento, in ordine cronologico di presentazione della richiesta. Il modello della domanda e tutte le informazioni relative al bando sono reperibili sul sito istituzionale del Comune di Mirandola.

Il commento dell’Assessore alla Sicurezza del Comune di Mirandola Giuseppe Forte: “Abbiamo voluto proseguire un percorso già iniziato dalla precedente amministrazione, che riteniamo valido in quanto mirato alla soddisfazione sociale dei cittadini. La sicurezza dei cittadini rientra tra le priorità di questa Amministrazione, pertanto abbiamo deciso di continuare ad erogare un contributo per l’installazione di sistemi antintrusione, che aiuterà i privati e renderà più sicure molte abitazioni dei mirandolesi. E’ un ulteriore passo compiuto da questa Amministrazione per innalzare i livelli di sicurezza del territorio”.