Home Appennino Modenese Va a funghi e si perde nella notte: trovato nei boschi di...

Va a funghi e si perde nella notte: trovato nei boschi di Sant’Annapelago

I tecnici del Soccorso Alpino Emilia Romagna – Stazione Monte Cimone, sono stati attivati nella serata di ieri, 18 settembre, poco dopo le 20 per la ricerca di un 79enne disperso nei boschi di Sant’Annapelago. L’uomo, R.T. le iniziali, residente nel posto, era uscito in cerca di funghi e quando è arrivata l’oscurità ha perso l’orientamento. Non riuscendo a ritrovare la strada verso casa ha chiamato i parenti che hanno dato l’allarme al 112: sul posto quindi anche carabinieri e vigili del fuoco, oltre ai tecnici Saer.

Con un’ottima collaborazione, i ricercatori si sono divisi in squadre miste nella ricerca in uno scenario molto impegnativo, tra l’oscurità, il terreno impervio e la fitta boscaglia. Fondamentale il contributo di cacciatori e paesani di Sant’Anna, che dalla descrizione fatta dal 79enne del luogo in cui si trovava sono riusciti a dare indicazioni importantissime sul possibile punto di smarrimento. Verso le 23.50 il 79enne è stato trovato dal lato opposto della seggiovia Poggio Scorzatello: nella ricerca del sentiero, era scivolato dentro un fosso con acqua da cui, a causa di diversi traumi (a una spalla, un braccio e una gamba), non riusciva a uscire. Oltre che dolorante per i traumi, è stato quindi trovato in stato di parziale ipotermia dentro l’acqua: se non fosse stato avvistato, il protrarsi delle ore notturne in quella condizione poteva avere un risvolto tragico. Il 79enne, impossibilitato a camminare, è stato quindi stabilizzato e portato in barella fuori dal bosco fino alla prima strada carrozzabile, dove attendevano ambulanza e automedica di Riolunato per gli accertamenti e il trasporto in ospedale.