Home Bologna Quarto posto per Dovizioso nel GP della Tailandia a Buriram. Petrucci nono

Quarto posto per Dovizioso nel GP della Tailandia a Buriram. Petrucci nono

Andrea Dovizioso ha concluso in quarta posizione il GP della Tailandia, che si è disputato oggi sul Circuito Internazionale di Buriram. Il pilota di Forlì, che scattava dalla terza fila, ha condotto una gara regolare e, dopo essere risalito al quarto posto nel corso del primo giro, ha mantenuto la stessa posizione fino al traguardo difendendola dalla rimonta di Rins.

Danilo Petrucci, che partiva dalla seconda fila, è stato superato da diversi piloti nel corso del primo giro ed è transitato in nona posizione al termine della prima tornata. Il pilota umbro ha poi iniziato a girare con gli stessi tempi del gruppo in lotta per la sesta posizione ma non è riuscito a recuperare il gap da Rossi, che lo precedeva, ed ha tagliato il traguardo al nono posto.

Nella classifica piloti Andrea Dovizioso resta in seconda posizione, a 110 punti da Marquez che oggi si è laureato campione del mondo 2019, e con un vantaggio di 48 lunghezze su Rins, terzo, mentre Danilo Petrucci scende al quinto posto, con un distacco di 1 punto da Viñales .

La Ducati si conferma al secondo posto nella classifica riservata ai costruttori e il Ducati Team al primo posto tra le squadre.

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team) – 4°
“E’ stata una gara piuttosto difficile perché purtroppo non siamo riusciti a migliorare a sufficienza nel T3 e nel T4, dove anche in prova perdevamo rispetto ai primi. Peccato: faccio i miei complimenti a Marc e alla sua squadra perché hanno fatto una stagione spettacolare. Noi abbiamo provato a contrastarli ma non è bastato, per cui adesso dovremo lavorare con ancora maggiore impegno in vista della prossima stagione.”

Danilo Petrucci (#9 Ducati Team) – 9º
“Senza dubbio oggi ho fatto un piccolo passo avanti rispetto alle mie ultime gare, ma ci manca ancora qualcosa per tornare a lottare per le prime cinque posizioni. Era il mio obiettivo anche in questa gara ma purtroppo nei primi giri non sono riuscito ad essere abbastanza veloce e dopo, anche se avevo un buon passo, ero ormai troppo lontano dal gruppo dei piloti che mi precedevano. Alla fine abbiamo portato a casa un po’ di punti ma non era questo il risultato che volevo: a Motegi fra quindici giorni la mia situazione dovrà cambiare”.

La MotoGP si sposta nel Paese del Sol Levante dove, fra due settimane, si disputerà il GP del Giappone, in programma sul circuito Motegi Twin Ring dal 18 al 20 ottobre prossimi.