Home Modena Protezione civile: a Marzaglia sala operativa unica e integrata per coordinamento attività...

Protezione civile: a Marzaglia sala operativa unica e integrata per coordinamento attività in caso di emergenza

Un’unica casa per il coordinamento di tutte le attività di protezione civile da attuare in caso di emergenza.

È la nuova Sala operativa unica e integrata ospitata nel Centro unificato di Protezione civile di Marzaglia, a Modena, nata dall’accordo sottoscritto nelle scorse settimane tra Prefettura e Regione. Un luogo dove tutte le componenti e le strutture operative del sistema di protezione civile provinciale si ritroveranno per gestire al meglio, in modo unitario e coordinato, gli interventi necessari in caso di calamità naturali: oltre ai promotori dell’intesa – Regione e Prefettura – sono coinvolti quindi Provincia, Vigili del Fuoco, forze dell’ordine, esercito, 118, autorità idrauliche, gestori dei servizi essenziali, Ausl e volontariato.

Questa mattina a Marzaglia la presentazione dell’intesa, illustrata dall’assessore regionale alla Protezione civile, Paola Gazzolo. “In occasione della settimana nazionale della Protezione Civile, presentiamo il primo accordo sottoscritto in Emilia-Romagna per l’attivazione della Sala Operativa Unica e Integrata, prevista dalla riforma del Codice di Protezione civile- ha spiegato l’assessore-. Così come il Centro coordinamento soccorsi, avrà sede al Centro unificato di Marzaglia, che rafforza ulteriormente le sue funzioni e il suo carattere strategico dopo l’investimento di 827 mila euro di da parte della Regione per l’efficientamento e il risparmio energetico, il potenziamento della sua funzionalità con nuovi spazi per il volontariato e l’adeguamento sismico dei magazzini”.

La Sala Operativa Unica e Integrata è prevista dalla direttiva nazionale per la gestione delle emergenze: ha il compito di raccogliere, verificare e diffondere le informazioni relative agli eventi, oltre che garantire la risposta di protezione civile in stretto raccordo con i centri operativi attivati sul territorio, la sala operativa regionale e la sala situazioni Italia presso il Dipartimento nazionale della protezione civile.

“Concentrare in un solo luogo tutte le strutture competenti ad intervenire in caso di emergenza è garanzia di un elevato livello di integrazione e quindi di maggiore efficacia delle decisioni assunte”, conclude l’assessore Gazzolo. “L’obiettivo è replicare lo stesso modello in tutte le province dell’Emilia-Romagna”.