Home Modena Sicurezza: a San Cesario al via Controllo di Comunità e potenziamento della...

Sicurezza: a San Cesario al via Controllo di Comunità e potenziamento della video sorveglianza

Dopo l’approvazione della Giunta Comunale, anche a San Cesario sul Panaro partirà il Controllo di Vicinato. Il progetto prevede una forte collaborazione fra cittadini, amministrazione comunale e forze dell’ordine per attivare percorsi condivisi di sorveglianza del territorio che entreranno nella fase operativa tra novembre e dicembre con tre incontri informativi. Ad affiancare questa importante novità l’implementazione di due nuovi punti di video sorveglianza con lettura targhe nella zona della Graziosa.

“Sono molto soddisfatto di poter dare avvio a questo progetto” – spiega il Sindaco Francesco Zuffi –. C’è una forte richiesta da parte dei cittadini. È stato uno dei temi più trattati in campagna elettorale e per questo ci siamo spesi per dare subito attuazione al progetto a pochi mesi dall’insediamento della nuova Giunta. Essendo già attivo in altri Comuni, abbiamo avuto modo di verificarne l’utilità. Si tratta di un progetto che riguarda la sicurezza, ma in realtà è qualcosa di più: una politica attiva di coesione sociale, utile a rafforzare i legami della comunità”.

Il Controllo di Comunità prevede una forte collaborazione fra l’Amministrazione Comunale, la Polizia locale e i cittadini, con l’obiettivo di creare un sistema integrato di sicurezza urbana. Ma il progetto sarà utile anche per accrescere il senso civico e rafforzare i rapporti sociali all’interno della comunità. Il Controllo di Comunità vedrà l’Amministrazione impegnata su più fronti, la promozione del progetto e il supporto alla Polizia Locale che sarà uno degli attori principali. La Polizia Locale infatti sarà il riferimento per i gruppi che si formeranno nel territorio e sosterrà di referenti nella loro azione di coordinamento.

“Con l’approvazione del progetto Controllo di Comunità – spiega l’Assessore alla Sicurezza Luca Brighetti-  iniziamo un percorso importante per il nostro Comune. Il nostro obiettivo è quello di costruire una rete di relazioni sociali, di prassi, di azioni, per aiutare, da un lato le Forze dell’Ordine a garantire sempre maggior sicurezza nel nostro territorio e, dall’altro aumentare la coesione sociale e diminuire la frammentazione all’interno della comunità”.

Dopo l’approvazione del progetto, saranno organizzati tre momenti di incontro tra la Polizia Locale e i cittadini che avverranno tra novembre e dicembre. Questi incontri riguarderanno tutto il territorio comunale, comprese le frazioni di Sant’Anna e Altolà. Durante questi momenti informativi la Polizia Municipale fornirà ai cittadini le informazioni principali e i dettagli del progetto, oltre a spiegare bene gli obiettivi e i ruoli dei soggetti interessati. Dopo questi incontri si svolgerà un’assemblea aperta finalizzata alla creazione formale dei gruppi di Controllo di Comunità, alla presenza anche dei funzionari della Regione Emilia Romagna.

“L’approvazione del Controllo di Comunità – prosegue Brighetti –  si inserisce ad un più ampio ragionamento sulla sicurezza che l’Amministrazione sta mettendo in campo, come l’implementazione del servizio di videosorveglianza comunale e la collaborazione con i Carabinieri di Castelfranco, tutti volti a garantire sempre maggior sicurezza ai cittadini e alle imprese. Per questo, mi sento di rivolgere un grande ringraziamento al nostro gruppo di Polizia Locale che si spende quotidianamente sul nostro territorio”.

Il Controllo di Vicinato non è infatti l’unica novità sul tema della sicurezza: “Nelle prossime settimane – conclude il Sindaco Zuffi – installeremo due nuovi punti di video sorveglianza con lettura targhe nella zona della Graziosa. Vogliamo iniziare un percorso che porti a rendere più controllata quella zona, dove hanno sede importanti realtà industriali. Le nuove installazioni aumenteranno anche i controlli all’isola ecologica, dove in passato si sono verificati episodi di abbandono di rifiuti e degrado che vogliamo eliminare”.