Home Appuntamenti Marta Pulini cucina per Porta Aperta. Sabato 16 novembre una serata di...

Marta Pulini cucina per Porta Aperta. Sabato 16 novembre una serata di raccolta fondi con Patrizio Roversi

Cento persone accolte ogni giorno, oltre mille all’anno, alle quali viene garantito un pasto caldo gratuito, la possibilità di essere visitati nell’ambulatorio medico, la consulenza legale, i servizi igienici e le docce, un alloggio dignitoso e rispettoso della persona: questa è Porta Aperta, l’associazione di volontariato modenese che da oltre 40 anni si occupa di contrasto alle povertà e alle disuguaglianze. Nel 2019 sono stati distribuiti circa 45mila pasti grazie a 600 volontari, ed effettuate 5.600 visite in ambulatorio; tutti i servizi, offerti gratuitamente, permettono di entrare in contatto con i problemi delle persone e di aiutarle a rivolgersi a servizi più specializzati del territorio (servizi sociali e sanitari) che possono prenderle in carico.

Il Centro della Madonna del Murazzo è la sede storica dell’Associazione e ora, dopo più di 30 anni di attività continuativa, necessita di una riqualificazione generale per continuare a offrire servizi fondamentali alle persone in difficoltà e alla città; in particolare verrà realizzato un nuovo e più ampio ambulatorio per l’assistenza medica. Per contribuire concretamente al progetto di riqualificazione della struttura è possibile partecipare alla cena di beneficenza in programma sabato 16 novembre presso il Convivio di Bibendum in via Ginzburg 51 a Modena, i “vicini di casa” di Porta Aperta: qui a partire dalle 20.30 la chef Marta Pulini e la sua brigata proporranno un menù ideato ad hoc.

Sarà il “turista per caso” Patrizio Roversi a intrattenere i commensali nel corso della serata, fino all’asta finale: solo il miglior offerente si aggiudicherà, infatti, il ritratto autografato di Vasco Rossi, amico di Porta Aperta, realizzato all’interno del progetto artistico SCART e donato all’Associazione da Hera. Il ritratto è realizzato con scampoli di cuoio, pelle e camoscio, cerniere lampo, frammenti di vetro e sassolini: rifiuti e scarti, appunto; si tratta di un’opera di Beatrice Beneforti, studentessa dell’Accademia di Belle Arti di Firenze.

Per info e prenotazioni: E’ possibile effettuare la prenotazione, obbligatoria, via mail scrivendo a convivio@bibendumgroup.it, oppure via WhatsApp al numero 392.9783274