Home Sociale Le associazioni in campo per una comunità accogliente e gentile, succede nel...

Le associazioni in campo per una comunità accogliente e gentile, succede nel distretto di Vignola

Si è tenuta presso la Sala dei Contrari della Rocca di Vignola la presentazione alla cittadinanza del progetto “Comunità in corso… Le relazioni che generano benessere. Risultati e prospettive di un progetto di ascolto dei bisogni” promosso sul distretto di Vignola dalle associazioni Per non sentirsi soli, Magicamente liberi, Auser e Università Popolare Natalia Ginzburg con il sostegno della Regione Emilia-Romagna.

Il progetto si è occupato di contrasto a condizioni di fragilità e di svantaggio della persona al fine di intervenire sui fenomeni di marginalità e di esclusione sociale, con particolare riferimento alle persone in condizioni di povertà; contrasto alle solitudini involontarie specie nella popolazione anziana attraverso iniziative e percorsi di coinvolgimento partecipato; sviluppo di forme di welfare generativo di comunità anche attraverso il coinvolgimento in attività di utilità sociale dei soggetti che beneficiano di prestazioni di integrazione e sostegno al reddito.

Si è effettuata come prima cosa una ricerca per rilevare eventuali bisogni ancora non soddisfatti delle fasce di popolazione più fragili. Dall’analisi di quanto emerso ci si è attivati per realizzare azioni su tutto il distretto al fine di realizzare e rendere maggiormente accessibili i servizi, anche nei comuni più lontani.

Sono stati realizzati corsi di formazione per diversi gruppi di beneficiari (anziani, famiglie beneficiarie dell’emporio solidale Eko, cittadinanza) dando loro la possibilità di interagire e integrarsi, aumentando le proprie competenze. Prossimamente verranno attivati incontri di consulenza su orientamento alle possibilità di accompagnamento delle persone che si trovano in condizioni di fragilità determinata dalla malattia, dalla disabilità, dal disagio socio – economico; orientamento alle diverse forme di lavoro oggi esistenti, alla formazione, alle reti delle politiche attive del distretto; orientamento alle diverse opportunità in materia di conoscenza e consapevolezza di quello che oggi è offerto dal mercato con particolare attenzione alle utenze domestiche.

Per cercare poi di sensibilizzare la comunità su questi temi ma anche per potenziare le sinergie in parte già in essere tra soggetti diversi del territorio si sono realizzate delle iniziative di sensibilizzazione come le camminate diffuse che hanno cercato di coinvolgere tutti i beneficiari del progetto: anziani e familiari, famiglie beneficiarie dell’emporio Eko, volontari e beneficiari delle associazioni partner, cittadinanza tutta.