Home Cronaca Due arresti in flagranza per furto in abitazione

Due arresti in flagranza per furto in abitazione

La scorsa notte verso l’una, le Volanti della Polizia di Stato sono intervenute in via Alfieri 25, allertate da una residente che aveva udito rumori strani all’interno del condominio. Le pattuglie giunte sul posto hanno trovatola la porta di accesso condominiale forzata e, una volta entrate nel condominio, lungo i pianerottoli individuavano e bloccavano due cittadini georgiani che, con volto travisato, erano intenti a perpetrare furti in appartamento.

I due, identificati in D.A., 35 anni e T.K., 27 anni,  sono stati tratti in arresto per tentato furto aggravato in abitazione in concorso, previa comunicazione al P.M. di turno dott. Marano. Domani è stata fissata l’udienza di convalida per direttissima. Dai primi accertamenti pare che i due georgiani siano entrati regolarmente nel territorio in quanto muniti di passaporto.

Gli arresti avvengono al culmine di accurata attività di prevenzione e controllo del territorio posto in essere al fine di reprimere i reati di furto in abitazione, anche con l’ausilio della Polizia Municipale. Le attività poste in essere in questi giorni di festività hanno permesso di individuare, in 2 significativi momenti, alcuni cittadini extracomunitari sospetti e con specifici precedenti penali nei cui confronti saranno avvitate le procedure volte all’applicazione di misure di prevenzione del Questore.

In particolare:

  • nella mattinata del giorno di Santo Stefano, le Volanti hanno notato due cittadini albanesi, risultanti in regola con il soggiorno ma non residenti nel territorio reggiano, che si aggiravano in modo sospetto tra le abitazioni di una zona residenziale a Reggio Emilia. La Polizia, dopo aver fermato e identificato i due soggetti, chiedeva loro spiegazioni in merito alla presenza in quel luogo. Entrambi non fornivano valide giustificazioni e riferivano alle pattuglie della Polizia di aver raggiunto questa Provincia nella mattinata odierna a bordo di un treno regionale. A seguito di accertamenti, entrambi risultavano essere colpiti da misure del foglio di via da altre città, nonché denunciati in stato di libertà per reati contro il patrimonio. Pertanto le Volanti procedevano ad accurato controllo della zona al fine di verificare se i soggetti avessero perpetrato reati contro il patrimonio, ma l’esito è stato negativo. Tuttavia, data la presenza sospetta e i precedenti penali, la Polizia si è accertata che i soggetti in questione lasciassero la Provincia a mezzo treno. Proseguiranno le attività mirate all’emanazione della misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio del Questore, anche dalla provincia di Reggio Emilia.
  • Sempre nel corso di attività di controllo del territorio venerdì 27 dicembre nei pressi del casello autostradale, le Volanti hanno notato un’autovettura sospetta con a bordo tre individui, poi fermati in viale Trattati di Roma. Si trattava di due georgiani e un siciliano con precedenti penali contro il patrimonio. A seguito di accurato controllo sono stati rinvenuti in loro possesso oggetti atti allo scasso. I tre sono stati quindi deferiti per possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli (art. 707 c.p.).