Home Cronaca Le attività della Polizia locale di Formigine nel corso del 2019

Le attività della Polizia locale di Formigine nel corso del 2019

È tempo del bilancio annuale anche per la Polizia locale di Formigine, che nel 2019 ha aumentato il personale in dotazione di un ispettore e di un agente, più un ulteriore agente per un giorno a settimana grazie alla convenzione con il servizio di Polizia locale del subambito montano (comuni di Palagano, Frassinoro, Montefiorino).

Il servizio diurno dei 27 agenti è stato svolto per tutti i giorni dell’anno passato, oltre a 164 servizi notturni fino all’una di notte. Per l’anno in corso, è previsto un turno serale in più, a garantire, in questo modo, la quasi totale copertura notturna settimanale sino a mezzanotte.

Le violazioni registrate nel 2019 sono 4.150, tra le quali la maggior parte riguarda l’inosservanza dei limiti di velocità (1.539). Significativo il dato relativo alle mancate coperture assicurative, che ammonta a 169, rilevato grazie all’ausilio delle 14 telecamere OCR (Optical Character Recognition) che “leggono” le targhe dei veicoli e le trasmettono alla centrale di videosorveglianza.

Prosegue il trend del calo degli incidenti stradali, in controtendenza con i dati provinciali e nazionali, 150 in totale, con nessun esito mortale. Più di 600 sono stati i controlli di polizia amministrativa, riguardanti le attività a tutela del consumatore, dell’ambiente e del territorio.

Prosegue l’impegno contro le truffe in materia assicurativa, che hanno portato all’indagine sulle assicurazioni auto stipulate online, ma i cui documenti cartacei non risultavano validi una volta presentati agli agenti durante i controlli. Attenzione anche ai falsi documentali; tra le varie operazioni, è stata effettuata un’indagine sulla contraffazione di patenti in collaborazione con la Polizia locale di Trento e il Ministero dei Trasporti.

Grande attenzione è stata rivolta al traffico pesante, con circa 250 TIR controllati e una preoccupante media di 3 violazioni accertate ciascuno. Per i transiti internazionali, in particolare, i servizi sono stati effettuati in collaborazione con la Motorizzazione Civile e l’impiego del Centro mobile di revisione; ma i controlli riguardano anche le strade secondarie comunali. A tal proposito, è stato rivisto il piano della circolazione di questi mezzi, con l’istituzione di divieti sulle strade di campagna, soprattutto delle frazioni.

Gli agenti di Polizia locale sono stati protagonisti anche d’incontri rivolti alla cittadinanza, in particolare sul controllo di vicinato e la prevenzione delle truffe rivolte alle fasce deboli della popolazione. Inoltre, sono state circa 120 le ore dedicate all’educazione stradale nelle scuole, per circa 900 alunni coinvolti. Un ulteriore progetto è stato dedicato ai genitori sul rispetto delle norme del Codice della strada durante il trasporto dei bambini. Infine, sono state circa 200 le risposte ai cittadini che si sono rivolti alla Polizia locale tramite l’Ufficio Relazioni con il Pubblico.