Home Appennino Bolognese In mostra a Vergato le opere dei bambini realizzate per i centri...

In mostra a Vergato le opere dei bambini realizzate per i centri di cura oncologici

Sabato 8 febbraio sarà inaugurata alle 10 a Vergato la mostra “Donna: luce oltre il buio”, nella Sala Papa Giovanni XIII, in via Garibaldi. Si tratta di 36 opere sulla donna e la malattia al seno realizzate interamente dai bambini del gruppo “Voliamo nell’arte” guidato da Silvia Guglielmi.

L’esposizione sarà visitabile nella giornata di sabato dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 19. Alle 18 è prevista una cerimonia con la consegna dei diplomi ai bambini e la donazione delle opere, che sono destinate all’associazione “Prevenzione donna”. A sua volta l’associazione le donerà agli ospedali della Città metropolitana di Bologna dove si tratta la malattia al seno e in generale dove le donne con malattie oncologiche si recano per la cura e la diagnosi.

Si tratta di 36 opere figurative individuali e una di gruppo sul tema della donna e del tumore al seno. I temi sono quelli della malattia, delle cure, della paura, ma anche della rinascita e della maternità dopo il tumore. Saranno donate anche alcune poesie tra cui una realizzata in gruppo.

«I bambini hanno dato per questo progetto tutto quello che avevano, ci hanno messo il cuore con entusiasmo, e anch’io nel mio ruolo di guida ho messo tutta l’energia che potevo. Certo abbiamo dovuto anche affrontare alcuni momenti di difficoltà visto l’argomento molto delicato» commenta Silvia Guglielmi, che aggiunge come il messaggio che emerge è di speranza: i bambini hanno dimostrato di credere nelle cure, nei progressi, nella ricerca nella e nella forza delle donne.

Ad affiancare le artiste nello sviluppo di questo progetto c’è stato anche un medico, il dottor Daniele De Falco Alfano, che ha messo a disposizione le sue competenze. Il medico sarà presente alle 18 per un saluto insieme al sindaco di Vergato Giuseppe Argentieri.

I piccoli artisti di “Voliamo nell’arte” attualmente sono 36, guidati da Silvia Guglielmi e altre due volontarie, Elisabetta Rampi e Ombretta Menchi. Il gruppo ha sede nella canonica di Vergato da quattro anni, grazie all’ospitalità di Don Silvano, e opera con l’obiettivo di aiutare i bambini ad esprimersi attraverso l’arte.