Home Ambiente Domeniche per il futuro il 9 febbraio a Reggio Emilia un ‘plogging’...

Domeniche per il futuro il 9 febbraio a Reggio Emilia un ‘plogging’ nel parco del Crostolo

Domenica 9 febbraio 2020 è una delle ‘Domeniche per il futuro’, prevista dal Piano di azioni collettive promosse dall’Amministrazione comunale di Reggio Emilia in collaborazione con le persone, le associazioni e le diverse realtà del territorio, per sensibilizzare e coinvolgere sulle tematiche dell’ambiente e della sostenibilità.

Domenica prossima l’attenzione sarà focalizzata sulla Cura dell’ambiente, in occasione della giornata di plogging (neologismo svedese che significa ‘raccogliere camminando’ o ‘correndo’) per la pulizia dell’argine del Crostolo promossa dal Raggruppamento delle Guardie giurate ecologiche volontarie (Ggev) di Reggio Emilia con la collaborazione del Comune.

L’iniziativa, aperta a tutti, anche alle famiglie con bambini, prevede che vengano raccolti i rifiuti mentre si cammina o si corre sui percorsi prescelti, un’attività che unisce l’esercizio fisico all’impegno per l’ambiente. La presenza di esperti consentirà inoltre di acquisire informazioni e ascoltare spiegazioni divulgative su flora, fauna e in generale sul sistema naturalistico che si attraversa.

“Dopo le ‘Domeniche per il futuro’ in cui i reggiani si sono impegnati nella messa a dimora dei primi 1.600 nuovi alberi in parchi della nostra città, a cui seguiranno altre piantagioni collettive – dice l’assessora alle Politiche per la Sostenibilità con delega all’Ambiente, Carlotta Bonvicini – per la prossima ‘Domenica’ abbiamo deciso di proporre alla città questa esperienza di plogging dedicata al nostro torrente e al suo contesto naturalistico, con la fondamentale ideazione e attività delle Ggev che costituiscono un presidio importantissimo di tutela dell’ambiente, anche in città e nell’area periurbana. Il Crostolo – parte della Cintura verde, con le sue ciclopedonali e il suo sistema arboreo e faunistico connessi al complesso del Parco e della Reggia di Rivalta – caratterizza la nostra vita quotidiana e il Corridoio ecologico, che costituisce, è un polmone importante per la compensazione e il bilanciamento dell’ecosistema urbano; è quindi una risorsa ambientale, oltre che storica, a tutti gli effetti, a cui la comunità dedica attenzione da diversi anni e che l’Amministrazione ha di recente candidato alla ‘Riserva di Biosfera’ del Mab Unesco. Tanti buoni motivi, insomma, per prendersi cura del Crostolo, per scoprirlo o conoscerlo meglio e fare esercizio fisico all’aria aperta, partecipando al plogging della prossima domenica”.

RITROVI E PERCORSI – Sono due i momenti previsti per il plogging:

– al mattino, con ritrovo alle 9.30 al parcheggio di via De Sanctis, per una pulizia al parco delle Caprette, accompagnati dal professor Gian Battista Castagnetti, docente all’Università di Bologna, che si soffermerà sulle peculiarità di erbe, alberi e funghi che nascono e crescono lungo il corso d’acqua;

– al pomeriggio, alle 14.30, con ritrovo presso la sede Ggev di via Colletta 6, al Villaggio Crostolo, accompagnati dal dottor Massimo Gigante, ricercatore e divulgatore, che parlerà di animali, piante e ambiente della zona.

Entrambi gli appuntamenti hanno una durata prevista di circa due ore. Servono scarpe comode o da trekking , guanti e di abbigliamento adeguati. I sacchetti per la raccolta dei rifiuti saranno forniti in loco e una volta terminata la passeggiata saranno smaltiti a cura delle Ggev.

Nella stessa giornata, alle ore 12, l’assessora Bonvicini, con i cittadini della zona e rappresentanti di associazioni, farà un sopralluogo nel tratto di argine lungo il quale di recente, a causa dell’erosione della riva, sono riemersi dal terreno rifiuti abbandonati abusivamente decine di anni fa, per fare il punto sui lavori di risanamento e ripristino.

LIMITAZIONI DEL TRAFFICO – Domenica 9 febbraio sarà inoltre una Domenica ecologica, come previsto dal Piano Aria integrato regionale (Pair) messo a punto dalla Regione Emilia-Romagna di concerto con i Comuni capoluogo e in accordo con le regioni della Pianura Padana, per contenere gli inquinanti e migliorare la qualità dell’aria nel difficile – per concentrazioni di Pm10 oltre i limiti consentiti – periodo autunnale e invernale. Per questo, è previsto – come di consueto nelle Domeniche ecologiche – il divieto di circolazione per le vetture: a benzina Euro 0 (pre Euro) e Euro 1; diesel Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3; commerciali diesel Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3; ciclomotori e motocicli Euro 0.

IN BUS CON IL BIGLIETTO UNICO GIORNALIERO – Per favorire l’utilizzo modalità di spostamento a minore impatto ambientale e la scelta di un mezzo pubblico alternativo a quello privato, per tutta la giornata di domenica sarà possibile servirsi dei mezzi pubblici con un unico biglietto di viaggio di valenza giornaliera per tutte le linee urbane. Sarà quindi possibile utilizzare gli autobus Seta per tutta la giornata, senza alcuna limitazione di validità oraria al costo di 1,50 euro – per i biglietti acquistati a terra, tramite app Muver/Roger, a bordo tramite emettitrice automatica e convalidati in giornata – o al costo di 2 euro per i biglietti venduti dall’autista.