Home Sociale Progetti di sostegno e solidarietà a Spilamberto, grazie alla disponibilità di associazioni...

Progetti di sostegno e solidarietà a Spilamberto, grazie alla disponibilità di associazioni e tanti volontari

Dall’inizio dell’emergenza il Sindaco Umberto Costantini riporta ogni sera un aggiornamento sulla situazione a Spilamberto, tramite messaggio o video, in cui racconta anche cosa sta facendo l’Amministrazione per il paese e i suoi cittadini e le diverse iniziative messe in campo per essere di aiuto e conforto in questo momento difficile. Proprio all’inizio dell’emergenza Costantini ha fatto “una chiamata” per tutte le persone che volessero dare una mano. Grazie a questa chiamata, il Comune di Spilamberto ha raccolto la disponibilità di oltre 60 cittadini che hanno permesso di poter attivare diverse iniziative di volontariato.

I 60 nominatavi sono stati inviati alle responsabili del progetto dell’UTC “Penso Positivo” che dall’inizio dell’emergenza si occupa di raccogliere necessità, richieste, ma anche disponibilità di volontari, in un sistema di raccolta “domanda e offerta” che consente di fornire un aiuto a chi non può uscire per fare la spesa o comprare i medicinali, urgenze che vengono risolte dai volontari.

Tra i tanti progetti ricordiamo che a Spilamberto la biblioteca arriva a domicilio. I titoli potranno essere richiesti scrivendo a biblioteca@comune.spilamberto.mo.it oppure telefonando allo 059/789965 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12. Per conoscere i titoli disponibili e prenotarli potete consultare il catalogo Bibliomo https://www.bibliomo.it/SebinaOpac/.do.

È possibile richiedere un massimo di tre libri per gli adulti e cinque libri per i bambini. I volontari consegneranno i libri il martedì e il venerdì. La restituzione è da concordare telefonando o scrivendo ai recapiti della biblioteca.

Possono usufruire del servizio gli iscritti alla biblioteca residenti nel territorio comunale e non è previsto il prestito interbibliotecario.

Tra i tanti volontari che ogni giorno si aggiungono al gruppo, c’è anche il Gruppo Scout di Spilamberto.

Spilamberto ha anche attivato il progetto “ADOTTA UN NONNO” (prendendo spunto dall’esempio di San Lazzaro di Savena): l’assessore Carlotta Acerbi ha telefonato agli oltre 60 cittadini del territorio disponibili come volontari chiedendo loro di partecipare ad “ADOTTA UN NONNO”, un servizio di telefonata solidale agli over 65 anni di Spilamberto e San Vito che vivono soli. I volontari che hanno aderito continuano a sentire i nonni che hanno “adottato”, instaurando cosi un rapporto di amicizia telefonica che in questo periodo è ancora più importante.

Ricordiamo inoltre che: consiglieri e volontari (cittadini, membri di associazioni e gruppi, come gli Scout) hanno dato la loro disponibilità per consegnare alle famiglie le mascherine messe a disposizione della Regione Emilia Romagna nei giorni scorsi; il Sindaco e l’Assessore alla Cultura Carlotta Acerbi hanno iniziato a distribuire, su indicazione della scuola, device (pc e tablet) ai ragazzi non ne posseggono in modo che possano, come gli altri compagni, seguire le lezioni online. Non solo, a Pasqua la Giunta ha consegnato a domicilio le uova di Pasqua regalate dall’associazione San Martin di San Vito ai bambini delle famiglie seguite dai servizi sociali. Infine, la settimana scorsa è stata illuminata con i colori del tricolore la facciata della Rocca Rangoni.

“Uno degli aspetti più significativi che ha fatto emergere questa situazione – hanno commentato il Sindaco Costantini e l’Assessore Acerbi – è il senso di comunità, la solidarietà senza tanti se e ma che tanti cittadini stanno dimostrando, contattando l’Amministrazione per dare una mano, in qualunque modo. A tutti loro va un enorme ringraziamento da parte nostra. Stiamo dimostrando ancora una volta di essere una grande squadra”.