Home Modena Raccontare la storia di Nonantola durante l’emergenza Coronavirus: iniziative e rubriche rivolte...

Raccontare la storia di Nonantola durante l’emergenza Coronavirus: iniziative e rubriche rivolte agli studenti

Il Museo di Nonantola, collocato all’interno della Torre dei Bolognesi, racconta la storia di Nonantola in un percorso a ritroso nel tempo dall’epoca contemporanea all’età del Bronzo.

In questi mesi il museo avrebbe dovuto accogliere, come gli scorsi anni, gli studenti delle scuole primarie e secondarie: archeologo per un giorno, i riti funebri nella storia, la domus romana e la caccia al tesoro medievale sono soltanto alcuni dei laboratori didattici rivolti alle scuole che si svolgono ogni anno al museo.

Come tutti i musei e i luoghi di cultura anche il Museo di Nonantola in questo periodo è chiuso a causa dell’emergenza Coronavirus, quindi è stato pensato a un progetto alternativo. In particolare  sono state promosse una serie di iniziative sulla pagina Facebook e Instagram del museo.

 

Il concorso per bambini #IORESTOINTORRE

Griffin, il grifone archeologo mascotte del Museo di Nonantola, ha invitato tutti a bambini a inviargli un disegno che avesse come tema il museo, gli oggetti esposti, le fotografie, i reperti archeologici o la torre in cui è collocato il museo. Il concorso si è rivolto a tutti gli studenti di Nonantola che avevano frequentato il museo negli anni scorsi, ma anche a bambini di altri paesi che volessero realizzare ed inviare un disegno a tema storico-archeologico. I bambini hanno risposto entusiasti e sono arrivati numerosi disegni che sono stati pubblicati sulla pagina Facebook del museo: la scadenza del concorso è stata prorogata al 10 maggio quindi è ancora possibile inviare altri disegni all’indirizzo museo@comune.nonantola.mo.it. Il regolamento completo del concorso è consultabile sulla pagina Facebook @museodinonantola.

 

#LECASEDELMONDO.

Oggi più che mai la “CASA” è diventata il nostro rifugio e il leitmotiv #iorestoacasa ricorre spesso nelle nostre vite.

Le case però non sono tutte uguali: cambiano moltissimo in base al luogo in cui sono collocate, al periodo storico a cui risalgono, ai materiali da costruzione utilizzati.

Nel 2017 il Museo di Nonantola e il Centro Intercultura del Comune di Nonantola avevano elaborato un percorso sulle CASE DEL MONDO con i ragazzi della scuola di Italiano Frisoun grazie al quale gli studenti avevano avuto modo di raccontare le case dei loro paesi d’origine; nell’estate di quell’anno il progetto era sfociato in due eventi rivolti ad adulti e bambini e in una mostra al museo in cui erano state esposte le case ricostruite dagli studenti.

Vista l’attualità dell’argomento, sulla pagina Facebook e Instagram del Museo di Nonantola, ogni giorno vengono pubblicati i racconti scritti dagli studenti per poter conoscere meglio le case dei 5 continenti!

L’idea è di coinvolgere tutti coloro che in questi mesi sono rimasti confinati in casa per invitarli a raccontare com’è la loro CASA DEL CUORE attraverso racconti e fotografie!

Anche i bambini possono partecipare scrivendo storie reali o fantastiche su case, ville, palazzi, torri, caselli …  e mandando un disegno o una “ricostruzione” della loro casa riproducendola in cartoncino o in argilla come hanno fatto i ragazzi della scuola Frisoun! Oppure possono disegnare quello che vedono dalla loro finestra.

Anche in questo caso storie, le foto, i disegni potranno essere inviate alla mail: museo@comune.nonantola.mo.it (Il regolamento completo del concorso è consultabile sulla pagina Facebook @museodinonantola).

I concorsi, le rubriche e le iniziative proseguiranno fino a quando non sarà possibile aprire di nuovo le sale del museo in modo che, anche solo virtualmente, il museo possa uscire dalle sue mura.