Home Ambiente Al via la raccolta funghi 2020 in provincia di Modena

Al via la raccolta funghi 2020 in provincia di Modena

Con il via libera della Regione Emilia-Romagna alla raccolta dei funghi, assimilata all’attività motoria consentita dalle norme della “fase 2” dell’emergenza sanitaria in corso, sono disponibili i tesserini obbligatori per la raccolta dei funghi in tutta la provincia di Modena per la stagione 2020, gestiti dall’Ente Parchi Emilia Centrale. Per i non residenti, anche quest’anno c’è la possibilità di acquistare i tesserini giornalieri, settimanali e semestrali online, collegandosi al sito www.geoticket.it. In più, l’acquisto dei tesserini semestrali per i non residenti effettuato entro il 30 giugno (termine prorogato dall’originario 31 maggio) dà diritto ad uno sconto sul prezzo intero: 90 euro anziché 120.

Oltre alla versione digitale, al momento, stante la chiusura degli esercizi pubblici, per i residenti nei comuni montani i tesserini (annuali e giornalieri) possono essere acquistati soltanto nelle strutture aperte, il cui elenco è consultabile sul sito internet www.parchiemiliacentrale.it e, per quelli di pianura, tramite versamento sul c/c postale n. 1006620494 e successivo ritiro nelle sedi comunali di Carpi, Mirandola e Nonantola.

Come sempre, rispetto ai non residenti, i tesserini prevedono agevolazioni per i residenti nelle aree a parco e nei comuni montani, sia riguardo al costo del tesserino che ai periodi ed ai quantitativi di raccolta. Tutte le informazioni di dettaglio sulle tipologie di tesserini, costi, giornate di raccolta e quantitativi, possono essere reperite sul sito www.parchiemiliacentrale.it.

Per i proprietari di terreni che consentono la libera raccolta di funghi, l’Ente Parchi ha prorogato fino al 31 dicembre di quest’anno la validità delle convenzioni scadute a fine 2019. Ciò permetterà agli oltre 2.500 proprietari convenzionati del territorio montano modenese di poter ancora utilizzare i tesserini gratuiti rilasciati nel 2019, senza doversi spostare per stipulare una nuova convenzione e pagare un nuovo diritto di rilascio.